facebook twitter rss

Trofeo Città di Fermo, 25esima edizione nel segno della Saf

ATLETICA - Grandi risultati sportivi sulla pista della struttura fermana di via Leti, con i giovani atleti tornati protagonisti delle sfide agonistiche nel totale rispetto delle normative anti Covid 19. Per Ludovica Polini è ancora record marchigiano nel salto con l'asta, ora quotato 3 metri e 75
Print Friendly, PDF & Email

L’impresa firmata Ludovica Polini

FERMO – Con tutte le cautele del caso per il rispetto delle direttive anti Covid, sono tornate le gare alla pista di atletica leggera del polo sportivo in via Leti.

L’organizzazione del venticinquesimo Trofeo Città di Fermo è stata curata dalla Sport Atletica Fermo in collaborazione con il Comitato Regionale Fidal Marche.

Dal salto con l’asta femminile è arrivato il risultato di punta: record regionale marchigiano Juniores stabilito da Ludovica Polini. L’atleta, classe 2002, allenata da Matteo Corrina e Giorgio Berdini ha migliorato il primato che già le apparteneva, portandolo 5 centimetri più in alto: al terzo tentativo ha scavalcato l’asticella posta a quota 3 metri e 75. Cresce nella stessa specialità Manuel Nunzi, classe 2006, che stabilisce il suo nuovo primato personale, volando a 3 metri e 50 di altezza, migliorandosi di quasi mezzo metro.

Nel settore velocità è Fabio Yebarth il più veloce sulla breve distanza degli 80 metri, unico atleta te i 20 partecipanti sotto i 9 secondi, a 8”97. Quarto Riccardo Flamini a 9”36 e settimo Matteo Angeloni a 9”45. E’ proprio Angeloni ad aggiudicarsi il doppio giro di pista degli 800 metri in 2 minuti e 18 secondi. In una gara molto equilibrata terminata al fotofinish Fabio Yebarth è secondo nei 300 metri con 34”38, mentre Michele Ferracuti è quinto con 36”39.

Negli 80 metri femminili la più veloce tra le atlete Saf è Chiara Pacenti che chiude in 11”05 seguita da Eleonora Fazi e Giovanna Lenci. Secondo posto generale per Francesca Ramini, la più veloce tra le atlete nella categoria Senior, nei 300 femminili con il tempo di 42”15. Giulia Properzi chiude al terzo posto la sfida della categoria Cadette nei 150 metri. Alessio Farina si aggiudica il salto triplo balzando a 12 metri e 60 mentre, nelle specialità del lancio del disco e del martello Juniores, rispettivamente Massimo Ciferri e Taib Yousef sfiorano i 40 metri.

Un Trofeo Città di Fermo che ha visto anche il miglioramento dei propri record personali da parte di due atleti che hanno scelto l’impianto di Fermo per allenarsi: arriva a 72 metri e 78 centimetri nel lancio del martello Giorgio Olivieri, atleta sangiorgese dei Carabinieri che veste anche la maglia azzurra, seguito dai tecnici Luigi Olivieri e Alfio Petrelli; Nikita Lanciotti, in maglia Romatletica Footwork, ha firmato il personale nel salto con l’asta, scavalcando quota 3 metri e 80 centimetri.

Le giuste e necessarie misure di sicurezza necessarie a conciliare la ripartenza dell’attività agonistica e il contrasto alla diffusione della pandemia, hanno ovviamente portato una riduzione delle presenze. Ciononostante sono state 25 le società che hanno scelto di iscrivere circa 140 atleti ad un trofeo città di Fermo che ha visto anche partecipanti da Lazio, Puglia, Toscana e San Marino. Domenica scorsa nello stesso impianto si è svolto anche il Terzo Meeting di Primavera.

 

Fotogallery


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti