facebook twitter rss

Ancora una sconfitta per la Sutor, a San Vendemiamo il nuovo stop stagionale

SERIE B - Seconda amarezza consecutiva per i calzaturieri di coach Ciarpella, usciti dal match in casa della Belcorvo Rucker battuti per 77-67. Fatale il terzo quarto. "In quel momento sono entrati in partita i loro tiratori Rossetto e Verri che hanno segnato canestri importanti, la loro aggressività è salita ancora, noi non siamo stati pronti a rispondere facendo fatica", il commento del tecnico gialloblù
Print Friendly, PDF & Email

Un tentativo di Marini nella partita di San Vendemiano

SAN VENDEMIANO (TV) – Seconda sconfitta consecutiva per la Sutor Basket Montegranaro, battuta dalla Belcorvo Rucker San Vendemiano per 77-67.

La squadra di coach Marco Ciarpella ha disputato un primo tempo alla pari con i più quotati avversari poi, nella seconda parte della gara non è stata più in grado di resistere complice anche il ritmo che si è alzato, da parte degli avversari e con esso anche la fisicità difensiva.

La Sutor è poi stata brava a non prendere un’imbarcata, sotto di 19 lunghezze ha reagito, è tornata a meno 8 ma, a quel punto San Vendemiano è stata in grado di controllare la partita e a portarla a casa.

IL TABELLINO

BELCORVO RUCKER SAN VENDEMIANO 77: Tassinari 7, Vedovato 9, Durante 7, Siberna 9, Nicoli 9, Rossetto 6, Malbasa 8, Gatto 7, Bettiol, Verri 15. Ballaben ne, Sulina ne. All. Mian

SUTOR MONTEGRANARO 67: Edraoui ne, Aguzzoli 9, Riva 16, Angellotti, Marini 10, Ciarpella F.4, Gallizzi 6, Tibs 1, Cipriani 13, Romanò 2, Bonfiglio 6. All. Ciarpella M.

ARBITRI: Castello di Schio (Vi) e Zuccolo di Pordenone

PARZIALI: 21-19, 41-37, 68-51

NOTE: Tl: Rucker 16/19, Sutor 15/20. Tiri da 3 punti: Rucker 9/28, Sutor 2/14. Rimbalzi: Rucker 37, Sutor 42

LA CRONACA

Parte forte la Sutor che grazie a Marini e Cipriani si porta avanti sullo 0-4. Nicoli da tre punti riduce il disavanzo, i gialloblù sono presenti e un canestro di Riva li porta al massimo vantaggio 5-10 dopo 3’15”. San Vendemiano con un controparziale di 6-0 mette la testa avanti, 11-10 dopo 4’40”. Riva e Gallizzi danno slancio ai calzaturieri, 11-14 a metà primo periodo poi, Durante, Malbasa e Verri confezionano un nuovo break di 8-0 per il 19-14 al 7’. I veregrensi rimangono sempre sul pezzo, e al termine del primo quarto il punteggio è di 21-19. La partita rimane equilibrata anche nel secondo periodo con la Sutor capace anche di mettere la testa avanti sul 25-27 e sul 27-29. San Vendemiano però si costruiva successivamente un parziale di 8-0 che li riportava nuovamente avanti sul 35-29 al 17’. La Sutor risaliva fino al meno 3, 38-35 con un canestro di Cipriani e al termine del primo tempo il punteggio era di 41-37.

Un attacco di Riva nella partita in esame

Alla ripresa del gioco San Vendemiano riusciva ad infilare un parziale di 12-2 per il 53-39 che dava uno strappo importante alla gara. Non erano sufficienti ai calzaturieri alcuni acuti di Aguzzoli, perché al 30’ i veneti erano avanti di 17 lunghezze, 68-51. Nell’ultimo periodo dopo aver toccato il meno 19, 70-51, arrivava la reazione della Sutor che portava i gialloblù al meno 8, 73-65 con un canestro di Riva al 38’. Il tempo giocava a favore dei padroni di casa che amministravano il vantaggio e alla fine coglievano la sesta vittoria consecutiva per 77-67. La Sutor comunque esce da San Vendemiano con l’onore delle armi visto che ha giocato una buona gara. Peccato per la percentuale da tre punti, fosse stata migliore staremo qui a raccontare una partita diversa.

LE DICHIARAZIONI

Nei primi venti minuti siamo stati molto bravi ad attaccare i loro adeguamenti difensivi – ha detto il coach Marco Ciarpella – e ad andare con costanza nel pitturato sia da situazioni di pick and roll, sia negli uno contro uno. Da li ci siamo creati enormi vantaggi facendo oltremodo circolare bene la palla attaccando con grande equilibrio. Poi, alla fine del secondo quarto, siamo andati un po’ in confusione, loro hanno alzato la loro aggressività e questa cosa i ha messo in difficoltà perché abbiamo fermato la palla. In quel momento sono entrati in partita i loro tiratori Rossetto e Verri che hanno segnato canestri importanti. Nel terzo periodo la loro aggressività è salita ancora, noi non siamo stati pronti a rispondere facendo veramente fatica e subendo 27 punti, dove sapevamo che potevano farlo. Dispiace per come è finita perché abbiamo giocato una buona partita per larghi tratti, se non fosse stato per quel terzo quarto, saremmo stati in grado di giocarcela fino alla fine alla pari”.

La squadra è ancora viva e anche in situazioni difficili non molla mai. Ha dimostrato altresì che vuole conquistare con le unghie e con i denti il risultato che si era prefissato ad inizio stagione. Dopo questa sconfitta arrivare alla salvezza diretta è un’utopia però, la squadra ancora una volta ha dimostrato tanto carattere. Ho detto ai ragazzi a fine partita di rimanere uniti e di essere più duri perché nessuno ci regalerà niente”, l’ulteriore analisi del coach. A questo punto non resta che vincere con la Guerriero Padova domenica per conquistare un posto migliore nella griglia playout.

“La sfida di domenica prossima sarà quella che deciderà la salvezza diretta e sarà importante per entrambe le squadre. Mi aspetto un match molto difficile che però noi dobbiamo affrontare con grande piglio per dimostrare che siamo un’ottima squadra. Abbiamo un paio di giorni per recuperare e per preparare la meglio la gara con la Guerriero Padova e con grande fiducia proveremo a portare a casa la vittoria che ci consentirebbe di evitare l’ultimo posto e una graduatoria migliore nelle combinazioni playout”, la conclusione di Ciarpella.

Bonfiglio e Gallizzi nella gara in casa della Belcorvo Rucker

 

Articolo correlato: 

San Vendemiano, la prossima tappa salvezza della Sutor


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti