facebook twitter rss

Dalla collaborazione tra Wega e Comune il corso per aiuto cuoco rivolto a maggiorenni disoccupati

SERVIGLIANO - Lezioni gratuite articolate in appuntamenti formativi per un monte ore pari a 600, gran parte delle quali investite in ambito pratico e rivolte a 15 iscritti al Centro per l’Impiego da oltre 6 mesi. Superato l'esame finale verrà rilasciato un attestato riconosciuto dalla Regione Marche, valido a livello europeo. Per iscriversi c'è tempo fino al prossimo 30 aprile
Print Friendly, PDF & Email

 

Teoria, ma soprattutto molta pratica, tale da rappresentare due terzi del monte ore.

Un metodo molto efficace che permette di padroneggiare subito la professione ed essere pronti ad inserirsi con competenza ed esperienza nel lavoro. Dà un’opportunità rilevante il nuovo corso di formazione per aiuto cuoco che si svolgerà nel Centro Formativo di Servigliano, attrezzato con apposite aule per cucina e lezioni.

Prepara una figura sempre più richiesta e con ottime opportunità di occupazione in un settore in forte espansione come quello della ristorazione di qualsiasi tipologia, colonna portante del turismo. Il corso è rivolto a 15 disoccupati maggiorenni iscritti al Centro per l’Impiego da oltre 6 mesi di cui 4 lavoratori svantaggiati. Ha la durata di 600 ore, delle quali due terzi di pratica e con stage presso aziende di settore. Superato l’esame finale, sarà rilasciato un attestato riconosciuto dalla Regione Marche e valido a livello europeo. Scadenza il 30 aprile. Modulo d’iscrizione all’indirizzo www.wegaformazione.com.

I candidati dovranno essere residenti e/o domiciliati nella Regione Marche. Il corso, che si inserisce nelle politiche regionali d’inclusione sociale, è organizzato dal comune di Servigliano e Wega impresa sociale, capofila di un’associazione temporanea di scopo (Ats) che vede coinvolti enti, associazioni di categoria, imprese della ristorazione. I docenti saranno di alta qualificazione certificata, tra cui alcuni tra i più esperti chef professionisti.

“Puntiamo molto sulla qualità della formazione sotto ogni aspetto – dice il presidente Wega, Domenico Baratto – considerando che questo corso apre ad una professione già molto richiesta sul mercato ed in crescita nel prossimo futuro. Noi stimiamo che almeno un 70-80% dei diplomati potranno trovare subito lavoro. Chi vorrà potrà anche aprire un’attività autonoma vista la professionalità di base acquisita. Quello della ristorazione è il settore su cui puntare di più soprattutto grazie all’aumento esponenziale del turismo. A cominciare dall’entroterra, col doppio vantaggio, sia per la professionalità della persona che per lo sviluppo del territorio”.

Un corso simile, vista la richiesta di queste figure professionali, partirà a giugno rivolto ai minori, nell’ambito del recupero della dispersione scolastica. “Investire in formazione è molto importante. Partire poi dall’entroterra – dice il sindaco di Servigliano, Marco Rotoni – è un atto di coraggio e lungimiranza. Un investimento sulle risorse umane che ci trova sempre disponibili. Il settore turistico può dare molto specialmente nelle aree interne, ma ci serve professionalità, consapevolezza e collaborazioni tra amministrazioni comunali e soggetti di formazione. Una traiettoria culturale efficace di crescita”. Info: 0736/848619 – info@wegaformazione.com facebook.com/wegaimpresasociale.

 

Marco Rotoni, sindaco del Comune di Servigliano

Domenico Baratto, presidente della Wega


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti