facebook twitter rss

Restrizioni alla libertà personale: uno non è in casa, l’altro è fuori Comune, denunciati

I DUE PROVVEDIMENTI da parte dei carabinieri della stazione di Porto Sant'Elpidio, coordinati dal luogotenente Corrado Badini. Il primo proprio a Porto Sant'Elpidio, il secondo a Porto San Giorgio
Print Friendly, PDF & Email

Proseguono i controlli su tutti i fronti da parte dei carabinieri della compagnia di Fermo: due soggetti denunciati alla Procura della Repubblica di Fermo per violazioni alle prescrizioni contenute nelle misure restrittive della libertà personale a cui sono sottoposti.

Prosegue sempre su tutti i fronti l’attività dei carabinieri fermani su tutto il territorio della provincia. Ieri, a Porto Sant’Elpidio, i militari della locale stazione carabinieri, coordinati dal luogotenente Corrado Badini, hanno posto in essere una serie di controlli straordinari sul conto di persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale.
E hanno riscontrato che che un uomo di circa 80 anni del luogo, noto alle cronache giudiziarie, allo specifico controllo, non è stato trovato nella propria abitazione, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura cautelare degli arresti domiciliari a cui è sottoposto.  E’ stato così deferito alla Procura della Repubblica di Fermo per il reato di evasione.
Analogamente, i militari, nel corso di uno specifico controllo eseguito anche a Porto San Giorgio, hanno sorpreso un uomo di circa 40 anni fermano, pregiudicato, che in violazione alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nella città di Fermo, si trovava proprio a Porto San Giorgio, in assenza di autorizzazioni del giudice o altre legittime motivazioni. Anche per lui è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Fermo per la violazione degli obblighi inerenti la misura della sorveglianza speciale, di cui all’art. 75 decreto legislativo 159/2011. Anche nei prossimi giorni saranno disposti ulteriori servizi straordinari del controllo del territorio, finalizzati a contrastare ogni forma di illegalità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti