facebook twitter rss

Sutor vittoriosa contro Padova, in attesa di conoscere l’avversario playout

SERIE B - I gialloblù centrano il successo domestico, ospitando alla Bombonera la già retrocessa Guerriero, grazie al 95-71 della sirena. In campo spazio anche ai giovani Angellotti ed Edraoui. Ora l'attenzione si sposta all'appuntamento del 16 maggio, per la prima delicata sfida salvezza, al netto del fattore campo favorevole. Davanti ai calzaturieri l'ostacolo rappresentato da Monfalcone o Mestre
Print Friendly, PDF & Email

Una schiacciata di Riva effettuata nel match contro i padovani

MONTEGRANARO – La Sutor ha conquistato la sua terza vittoria nell’ultima giornata della fase ad orologio battendo in casa per 95-71 la Guerriero Padova.

Tale successo, però, non è bastato ai calzaturieri per evitare il penultimo posto in classifica anche se dovrà attendere, visti i recuperi che si devono ancora giocare, di conoscere il nome dell’avversario da incrociare ai playout, anche se con molta probabilità potrà essere uno tra Monfalcone o Mestre.

Per quanto riguarda la partita, la Sutor è stata sempre avanti nel punteggio ad eccezione di un solo momento, dopo 4’30” di gara, con Padova che, grazie ad un canestro di Bruzzese aveva operato il sorpasso sull’11-12. La Guerriero, nonostante la retrocessione maturata mercoledì scorso ad Ancona, ha onorato nel miglior modo possibile l’impegno rendendo la vita dura ai veregrensi.

IL TABELLINO

SUTOR BASKET MONTEGRANARO 95: Edraoui 3, Aguzzoli 9, Riva 11, Torresi, Angellotti 8, Marini 17, Ciarpella F. 15, Gallizzi, 10 Tibs, Cipriani 11, Romanò 11, Bonfiglio ne. All. Ciarpella M.

UNIONE BASKET GUERRIERO PADOVA 71: Zocca 2, Tognon 2 Chinellato 15, Scattolin 10, Cecchinato 8, Borsetto 2, Coppo 5, Cazzolato 13, Andreaus 2, Bruzzese del Pozzo 5, Campiello 7. All. Garon

ARBITRI: Giorgio Silvestri e Indro Spinelli di Roma

PARZIALI: 28-21,44-36, 69-49

NOTE: Tl: Sutor 34/43, Guerriero 18/31. Tiri da 3 punti: Sutor 7/19, Guerriero 5/23. Rimbalzi: Sutor 45, Guerriero 35.

LA CRONACA

La Sutor parte bene con Cipriani e Gallizzi per il 5-0 iniziale. La Guerriero Padova però è in partita, la gara si incanala su binari dell’ equilibrio 15-15 al 6’. Quattro tiri liberi consecutivi di capitan Ciarpella provano a lanciare la Sutor, che chiude avanti il primo quarto avanti di sette punti, 28-21 con i calzaturieri 18 volte in lunetta nel primo periodo: se non è record, poco ci manca. Nel secondo quarto la Sutor raggiunge il massimo vantaggio, 35-26 al 14’ e amministra fino al riposo lungo, 44-36 dopo 20’.

Capitan Ciarpella in azione nel match ad ospitare la Guerriero Padova

Al ritorno in campo Padova inizia bene con un perentorio 0-4 per il 44-40. La Sutor però è in partita e confezione un parzialone di 23-0 e al 27’ la Sutor è avanti sul 67-40. Il terzo quarto si chiude sul 69-49. Nell’ultimo periodo non c’è più partita, le attenzioni si spostano sui risultati provenienti dagli altri campi. Però arrivavano anche i primi tre punti in serie B di Edraoui e una buona prestazione di Angellotti, autore di 8 punti. La partita si chiude sul 95-71 con la Sutor che ha fatto riposare anche Bonfiglio per il solito problema al tendine. Adesso la Sutor, per come anticipato, attende di conoscere l’avversario nel primo playout che inizierà il 16 maggio, con i calzaturieri che non avranno il fattore campo favorevole.

LE DICHIARAZIONI

“Abbiamo avuto un approccio pessimo – ha detto a fine gara coach Marco Ciarpella – come ci capita spesso in queste partite. Credo di avere le mie responsabilità per questa variabile, anche se stiamo lavorando sodo per eliminare questo problema. Dovevamo essere focalizzati sui nostri avversari, invece siamo scesi in campo pensando agli arbitri, agli errori dei compagni e giocando un primo tempo di scarsissima energia, dove Padova è scesa in campo rispettando il campionato anche quando è andata sotto nel punteggio. Noi nei primi 20’ abbiamo disperso troppo le energie sugli elementi che non facevano parte del match, e questo è un atteggiamento da cambiare”.

Il giovane Angellotti, autore di 8 punti

“Di positivo c’è il terzo quarto che è stato molto importante anche se nel finale potevamo gestirlo meglio. Era importante vincere, avevamo un occhio anche sugli altri campi, purtroppo tutti i risultati che aspettavano sono stati negativi e l’unica certezza è il nostro penultimo posto in classifica: non avremo quindi il vantaggio del campo negli spareggi per non retrocedere. Adesso stacchiamo qualche giorno la spina, poi ci rimetteremo l’elmetto per andare a combattere per giocare una serie importante nei playout”.

Contro Padova ha riposato Bonfiglio, play a non godere di un ottimo stato di salute. “Simone combatte da due mesi con una fastidiosa tendinite e insieme allo staff tecnico abbiamo deciso di non rischiarlo nella partita in esame – ha precisato il tecnico -. Considerando che contro la Guerriero Padova non sarebbe stata una partita da dentro o fuori, abbiamo provato a giocarla senza di lui che pera però chiaramente a disposizione. Lo abbiamo tenuto fermo per farlo arrivare alla prima partita del playout al 100% della condizione”.

Marini in un tentativo a canestro

Davanti alla Sutor, come riportato in cronaca, per la fase delicata di fine stagione lo step chiamato Mestre o Monfalcone, Ciarpella vira ogni eventuale calcolo di preferenza nel merito. “Di solito quando si fanno queste previsioni si chiede di incontrare qualcuno e puntualmente questa squadra poi ti butta fuori. Quello Che è certo che nella fase ad orologio la Sutor ha perso in casa sia con Monfalcone che con Mestre, sono due ottime squadre ben allenate che hanno delle caratteristiche diverse. Saremo attesi da un playout senza il fattore campo favorevole e con uno sforzo a livello logistico non indifferente. Partiamo da sfavoriti però, la squadra ha dimostrato che ogni volta che sulla carta eravamo battuti, siamo entrati in campo con il coltello tra i denti e vogliamo dimostrare che la Sutor merita questa salvezza”.

“In questo momento all’interno del gruppo ci sono diversi acciacchini fisici dovuti ai carichi ed a una stagione che va avanti da sette, otto mesi. La squadra tornerà ad allenarsi mercoledì e staremo insieme fino a sabato o domenica, dopodichè inizierà una nuova settimana che ci porterà alla prima sfida dei playout. In questo momento l’unica cosa importante è arrivare alla post season bene a livello fisico e mentale”.

 

Articolo correlato: 

Sutor, contro la retrocessa Padova per migliorare la classifica in vista dei playout


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti