facebook twitter rss

Torna l’incubo traffico A14, il sindaco di Pedaso: “Giriamo con le chiavi del semaforo in tasca, si sblocchi il progetto per la nuova rotatoria” VIDEO

PEDASO - Un problema che rischia di ripetersi con l'arrivo di ogni fine settimana. Berdini: "Con la pandemia abbiamo avuto 8 mesi di blocco degli sposamenti e solo adesso vanno a fare manutenzione alle gallerie?"
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Paoletti

foto e video Simone Corazza

Il sindaco di Pedaso Vincenzo Berdini

Un incubo che ritorna. Dopo gli enormi disagi delle ultime due stagioni estive i comuni della costa adriatica si ritrovano a dover far i conti con nuovi cantieri aperti in A14. Dopo l’incendio che danneggiò la galleria di Grottammare e dopo i sequestri dei cavalcavia, la stagione turistica 20o21 è iniziata con l’apertura di una serie di cantieri per l’adeguamento delle gallerie nel tratto Pedaso Grottammare. Il risultato? Nel primo week end in zona gialla, con la possibilità di spostarsi tra regioni, si sono verificate lunghe code in A14 e di conseguenza è andata in tilt anche l’unica via alternativa, ovvero la Statale Adriatica 16. A farne le spese uno dei comuni più belli della costa fermana e allo stesso tempo martoriato dall’emergenza traffico: Pedaso. Un problema che rischia di ripetersi con l’arrivo di ogni fine settimana. 

Oltre il danno la beffa, da anni è pronto un progetto per una rotatoria che vada a sostituire l’attuale semaforo del centro, ma al momento tutto è bloccato. “Hanno chiesto alla Soprintendenza di esprimersi sul progetto della nuova studiata per eliminare il semaforo centrale di  Pedaso – ha spiegato il sindaco Berdini ospite ieri de Il Confronto di Radio Fm1 –  trattandosi del centro questa rotatoria, secondo qualcuno, sarebbe distruttiva. Sono 3 anni che sto seguendo questa rotatoria e ancora una volta siamo in attesa che venga sbloccata mentre i disagi continuano”

Sindaco che far riferimento al passato fine settimana: “Proprio il 30 aprile e il primo maggio siamo tornati ad essere invasi da auto e tir con 8 chilometri di coda in A14 e circa 5 sulla Statale attraversando Pedaso. Io e un altro amministratore andiamo in giro con la chiave del semaforo in tasca perchè puntualmente, con l’arrivo del fine settimana,  ci inizia a chiamare la polizia e quando sono le 17 andiamo a staccare i semafori e mettere il lampeggiante. Fortunatamente fino ad oggi non si sono mai verificati incidenti”.

Un problema enorme per un Comune piccolo come Pedaso che conta un solo vigile urbano con un orario lavorativo da 36 ore alla settimana. “Recentemente siamo stati convocati in prefettura per ricevere la comunicazione che autostrade avrebbe ripreso dei lavori. Eravamo presenti noi sindaci dei Comuni interessati e tutte le forze dell’ordine. Con la pandemia abbiamo avuto 8 mesi di blocco degli sposamenti e solo adesso vanno a fare manutenzione alle gallerie? Mi sono rivolto al prefetto. Sono convinto che è stata la burocrazia che ha impedito di usare quel tempo della pandemia per effettuare i lavori. Adesso abbiamo dovuto rinegoziare  con Società Autostrade un accordo che preveda lo stop ai lavori almeno ei mesi di Luglio e Agosto”.

Sindaco che aggiunge: “Venerdì scorso Pedaso era in tilt e siamo andati a spegnere i semafori. Speriamo almeno si riesca a sbloccare in tempi rapidi il progetto di questa nuova rotatoria che potrebbe rappresentare un importante passo avanti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti