facebook twitter rss

Con “Almamater” torna ad alzarsi il sipario del teatro comunale

PORTO SAN GIORGIO - Presentato questa mattina lo spettacolo (in scena dal 13 al 16 maggio) che di fatto riaprirà le porte del teatro comunale di Porto San Giorgio
Print Friendly, PDF & Email

Presentato questa mattina, in conferenza stampa al foyer del teatro comunale, lo spettacolo ‘Alma Mater’. In conferenza stampa l’assessore alla cultura e turismo di Porto San Giorgio, Elisabetta Baldassarri, Stefano Tosoni della Proscenio teatro e il Stefano De Bernardin. Lo spettacolo è in programma dal 13 al 16 maggio proprio al teatro.

“Abbiamo scelto di fare, come amministrazione comunale dopo 200 giorni di chiusura dall’ultimo spettacolo, la conferenza in questo teatro per l’apertura che avviene in concomitanza con uno spettacolo di attori del nostro territorio. La riapertura è garantita con le norme previste anti Covid. Con questo spettacolo – le dichiarazioni della Baldassarri – inizia la programmazione estiva del teatro e la valorizzazione della nostra città con artisti professionisti del territorio.

(clicca per ingrandire)

“Un progetto made in Marche, a partire – spiega Tosoni – dai costumi realizzati nelle Marche, fino alla regia e agli attori. Lo spettacolo che doveva debuttare nell’aprile 2020. E’ la prima volta che faccio solo l’autore, è stata una grande sfida, un testo scritto solo al femminile. E’ stato divertente ma anche molto faticoso. La trama è basata sul rapporto tra madre e figlia, un rapporto odio e amore, simbiotico. Ho letto molti testi di scrittura al femminile per poter entrare nella parte al meglio. La madre scomparsa e tre sorelle che si ritrovano insieme in uno spettacolo tragi-comico, un testo che va alla scoperta dell’universo femminile, lo definirei ‘un gesto d’amore per l’universo femminile’, un rapporto creativo e distruttivo tra madre e figlia.

“E’ uno spettacolo professionale della nostra arte, ho letto il testo e – è il turno di De Bernardin – mi sono lasciato trasportare dall’immaginazione. Lo spettacolo mi è piaciuto subito, poi la possibilità di delocalizzare nei centri minori a livello locale è molto importante, questo spettacolo sarà la dimostrazione di un buon lavoro ben fatto con la grande passione, e tutto questo non può passare inosservato”. Si parte con la prima, giovedì prossimo alle ore 20 (consigliabile la prenotazione al 392-4450125), i posti per spettacolo sono 107 rispettando le norme anticovid, ed è obbligatoria la mascherina chirurgica monouso come previsto dalla normativa.

Cristiano Ninonà


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti