facebook twitter rss

Vaccini a rilento nelle province di Fermo e Macerata, Cesetti e Carancini interrogano Saltamartini: “Dica come intende recuperare i ritardi accumulati”

VACCINI - "Riteniamo doveroso garantire una copertura uniforme"
Print Friendly, PDF & Email

“A tutt’oggi solo circa il 35% della popolazione marchigiana è stata vaccinata e, come apprendiamo dalla stampa, il dettaglio delle percentuali delle singole province risulta difforme alla media regionale. I dati aggiornati al 16 maggio, infatti, sembrerebbero indicare che nella provincia di Fermo è stato vaccinato il 30,7% della popolazione, a Macerata il 31,3%, ad Ascoli Piceno il 35,1%, a Pesaro il 35,5, ad Ancona il 38%. Riteniamo, invece, che sia assolutamente doveroso in tempo di emergenza sanitaria garantire una copertura uniforme da parte degli enti preposti a favore dell’intera popolazione marchigiana, con un’equa distribuzione e somministrazione delle dosi di vaccino anti-Covid alle cinque Aree Vaste, in proporzione alla popolazione residente nel territorio provinciale di pertinenza e ai criteri di priorità e fasce d’età stabiliti dal commissario Figliuolo”.

A dirlo sono i consiglieri del Partito Democratico Cesetti e Carancini, che a tal proposito annunciano un’interrogazione all’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini.

“Chiediamo a Saltamartini – sottolineano i due consiglieri dem – di chiarire quali provvedimenti intende adottare per colmare immediatamente l’oggettivo e non conforme divario di dosi vaccinali anti-Covid distribuite e somministrate alle popolazioni delle province di Fermo e Macerata rispetto alle altre, al fine di garantire un servizio omogeneo senza disparità di trattamento”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti