facebook twitter rss

Nuova vita per la Casa del Custode del Girfalco

FERMO - Aggiudicata la vendita, con avviso pubblico di procedura aperta, alla quale segue ora la verifica dei requisiti per la cessione definitiva. Soddisfazione da parte del sindaco Calcinaro e dell'assessore Luciani
Print Friendly, PDF & Email

Dopo la scadenza dell’avviso di procedura aperta per la vendita (inserita nel piano alienazioni approvato con deliberazione di Consiglio Comunale del 19 febbraio scorso) della casa del custode situata nel piazzale del Girfalco, è seguita la valutazione delle offerte pervenute da parte della commissione di gara.

L’ufficio patrimonio del Comune sta svolgendo la verifica del possesso dei requisiti del partecipante che si è aggiudicato provvisoriamente, fra gli altri, l’edificio, finalizzata all’aggiudicazione definitiva.

“Era un obiettivo – ha detto il sindaco Paolo Calcinaro -, fa piacere che c’è stato interesse per dare vita a questa struttura ed all’intera area: la somma offerta è stata anche abbastanza ulteriore rispetto alla base d’asta. Questo ci permetterà di iniziare a pensare anche ad un ulteriore passo di riqualificazione del Girfalco stesso, come potrebbe essere l’ascensore con partenza di fronte al Comune e che arriverebbe sul parco, riqualificandone l’accessibilità e quindi il più facile utilizzo”.

Soddisfazione viene espressa anche dall’assessore al patrimonio, Ingrid Luciani, che sottolinea: “Siamo certi che l’acquisto di questo edificio possa rappresentare un tassello importante nel complessivo piano di riqualificazione del Girfalco, per il quale stiamo gettando le basi, anche con lo studio sulla Casina delle Rose. Stiamo conducendo un lavoro di recupero su tre immobili importanti della città come ex mercato coperto, Casina ed ex collegio Fontevecchia e quella della casa del custode è un’altra operazione che si inserisce in questo ambito, funzionale per la città”.

Edificio storico della città, nella memoria e nel ricordo di tanti fermani e non solo per essere stata proprio per molti anni l’abitazione del custode e giardiniere del Girfalco, Pierino Chioini, che dagli anni ’50 agli anni ’80 ha svolto questo lavoro sempre con grande dedizione e amore, curando il verde della parte alta della città. Dunque, far rivivere e riqualificare questo immobile significherà molto per tutta Fermo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti