facebook twitter rss

Sgds Multiservizi: ”In vigore nuove leggi per i conferimenti presso l’Ecocentro”

PORTO SAN GIORGIO - L'azienda illustra le rinnovate normative intervenute nel merito dei conferimenti dei rifiuti, specificandone le novità tramite un'apposita nota. "Recenti sortite estemporanee portate avanti sui canali social rischiano di creare confusione e disorientamento ai cittadini. Ecco dunque le prassi corrette, evitando rischi anche di natura legale"
Print Friendly, PDF & Email

 

La Sgds Multiservizi interviene in merito alle nuove normative sui conferimenti dei rifiuti specificando le novità intervenute tramite un’apposita nota rilasciata ai media.

“E’ necessario sottolineare che il servizio di raccolta rifiuti della società viene quotidianamente portato avanti nel rispetto della legge. La recente normativa ha incluso degli obblighi per la Sgds e l’utenza – si legge nel testo della stessa -. Recenti sortite estemporanee portate avanti sui canali social rischiano di creare confusione e disorientamento proprio ai cittadini. Il conferimento all’Ecocentro è possibile per tutti i rifiuti dell’ utenza domestica effettuato direttamente e personalmente dal possessore dell’ immobile, regolarmente iscritto alla Tari del Comune di Porto San Giorgio. La circolare ministeriale del febbraio scorso ha esteso anche la possibilità di conferire all’Ecocentro  i rifiuti di piccole attività di manutenzione ‘fa da te’  del possessore  dell’ immobile e trasportate direttamente da questi all’Ecocentro”.

“Al fine di limitare il conferimento dell’indifferenziato, secondo quanto richiesto dalla normativa e per avere a cura il nostro ambiente, anche all’Econcentro il conferimento del rifiuto solido urbano viene effettuato in bidoni a calotta da 30 litri come nelle isole collocate nel resto della città. Oggetti di volume maggiore non differenziabili potranno essere conferiti come ingombranti direttamente all’Ecocentro o richiederne su prenotazione il ritiro presso la propria abitazione (il servizio è gratuito per una chiamata annua) – proseguono dalla scrivanie dirigenziali -. Ricordiamo che l’abbandono dei rifiuti ingombranti nei pressi dell’isola su suolo stradale è sanzionabile anche penalmente se effettuato da un’impresa (Art.li 255 e 256 del T.U. Ambiente, decreto legislativo 152/2006). Non sono incluse nell’elenco delle ditte autorizzate al conferimento all’Ecocentro quelle che effettuano lavori edili ed imbianchini, lavori di giardinaggio su parchi privati e attività di trasporto e svuota cantine”.

“Precisiamo inoltre che lo scarico dei rifiuti effettuato di fronte al nostro Ecocentro da veicoli delle suddette ditte, ancorché conferiti poi manualmente nella sede, verrà segnalato alle autorità competenti per le verifiche sul trasporto rifiuti – concludono i vertici dell’azienda multiservizi -. Ne consegue che per non incorrere in sanzioni, anche di carattere penale, per traffico di rifiuti non autorizzato potranno accedere all’Ecocentro solo veicoli appartenenti alle ditte ammesse previste dalla legge in regola con la normativa sul trasporto dei rifiuti, veicoli privati o di autonoleggi fatti da privati cittadini per le proprie esigenze. Ci auguriamo che queste novità legislative possano essere accettate dai cittadini senza troppi disagi e comprendendo il lavoro quotidiano del personale addetto, auspicando che il normale rispetto delle regole possa continuare più serenamente a beneficio dell’ ambiente e dei minori costi caricati alla collettività”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti