facebook twitter rss

Lega, il sottosegretario all’Istruzione Sasso fa tappa in Regione e nel Fermano: “Le Marche fanno scuola all’Italia”

SCUOLA - "Tecnologia, didattica, formazione: le Marche dell’istruzione all’avanguardia in soli 7 mesi mandato regionale"
Print Friendly, PDF & Email

Focus sulle classi in deroga nel cratere del sisma: si rinnova al governo l’impegno costante della Lega per rendere la misura strutturale attraverso la revisione dei parametri e per modernizzare ed implementare logistica e percorsi formativi. Lo ha ribadito nel corso della sua visita in Regione il sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, Rossano Sasso che ha incontrato l’assessore regionale all’istruzione Giorgia Latini, il vicepresidente del gruppo consiliare Lega Mirko Bilò, il commissario Riccardo Augusto Marchetti.

L’occasione è stata utile anche per un confronto ad ampio raggio sul tema scuola-cratere con il responsabile USR Marche dott. Filisetti cui ha presenziato anche il presidente Francesco Acquaroli.

“La Lega è al governo per passare dalle parole ai fatti e determinare quel cambio di passo dell’istruzione e della cultura che nelle Marche sono già evidenti grazie al lavoro dell’assessore Latini – ha dichiarato il sottosegretario Sasso – Dopo la svolta nel campo dell’innovazione tecnologico-didattica e dell’utilizzo degli impianti di aerazione nella scuola che fa delle Marche un modello per il Ministero, ci focalizziamo ora sul problema della composizione delle classi nelle aree del cratere per continuare a rispondere alle necessità di territori”. Si deve alla Lega, infatti, la norma che consente di derogare ai parametri vigenti che, come ha confermato il dott. Filisetti, hanno consentito ai Comuni del cratere di mantenere le classi nonostante abbiano una media di alunni più bassa rispetto al resto delle Marche: 11/12 alunni contro 20”. Della Lega anche gli emendamenti già presentati e volti a stabilizzare una situazione che diventerebbe più critica per il ripopolamento del cratere in caso di riduzione dei servizi.

Servizi che, in termini di efficientamento del pacchetto istruzione, la Lega con l’assessore Latini, per quanto di sua competenza, ha saputo in pochi mesi potenziare sull’intero territorio regionale in concomitanza con la pandemia e la didattica a distanza.

“Oltre ai 5 milioni per l’installazione nelle aule di impianti per la ventilazione meccanica controllata (vmc) dell’aria e l’acquisto di sanificatori, sono stati stanziati 2,5 milioni di euro di contributo straordinario alle famiglie marchigiane in situazioni di svantaggio economico per l’acquisto di pc e portatili per garantire parità di accesso all’istruzione – ha ricordato Latini per citarne alcuni – A ciò si aggiungano: l’accordo di partenariato con USR e Camera di Commercio delle Marche per collegare i percorsi di studio al fabbisogno di professionalità e di addetti espresso dal sistema socio-economico di uno specifico territorio; 750mila euro per il progetto pilota per la didattica digitale e orientativa; 720mila euro per l’accrescimento delle conoscenze e competenze in lingua inglese anche con il conseguimento di certificazioni internazionali; 400.000 euro per la formazione e l’aggiornamento dei Coordinatori Pedagogici Territoriali e la formazione continua del personale educativo e docente fascia 0 – 6”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti