facebook twitter rss

Fermato alle 2 di notte: “Sono andato in farmacia per le mascherine” ma non può provarlo: sanzionato

FERMANO - Sono state 14 le sanzioni irrogate ad altrettante persone, la maggior parte delle quali provenienti da altre province o regioni e principalmente per il mancato utilizzo o addirittura la mancanza al seguito della prevista mascherina di protezione o la violazione del rispetto della distanza interpersonale all’interno dei veicoli controllati durante i posti di controllo
Print Friendly, PDF & Email

Anche negli ultimi giorni l’intera costa fermana è stata passata al setaccio delle Forze di polizia per la prevenzione dei reati, la sicurezza della circolazione e per il contrasto ai comportamenti che possono ancora contribuire alla diffusione dell’epidemia. Controlli a tutto campo svolti da tutte le forze della nostra provincia con l’ausilio anche di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara. In soli due giorni di verifiche straordinarie del territorio sono state identificate più di 400 persone e sottoposti ad accertamento oltre 200 veicoli.
Gli equipaggi della Polizia di Stato della Questura e della Polizia Stradale, le pattuglie dei militari dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto, operatori delle Polizie Locali di Fermo, Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio hanno presidiato tutti i comuni costieri, dalla Statale 16 alle vie interne comunali, dalle aree di aggregazione ai parchi pubblici e dalle stazioni ferroviarie ai pubblici esercizi.
Oltre 50 le attività di ristorazione controllate senza riscontrare violazioni delle disposizioni inerenti la tutela della salute.

“Sotto questo aspetto, sono state invece 14 le sanzioni irrogate ad altrettante persone – i numeri forniti dalla Questura di Fermo – la maggior parte delle quali provenienti da altre province o regioni e principalmente per il mancato utilizzo o addirittura la mancanza al seguito della prevista mascherina di protezione o la violazione del rispetto della distanza interpersonale all’interno dei veicoli controllati durante i posti di controllo.
Numeri percentualmente bassi rispetto alle centinaia di persone identificate che forniscono quindi l’indicatore di un sostanziale senso di responsabilità e di rispetto non solo delle disposizioni normative ma anche della salute delle altre persone e delle basilari regole contro la diffusione dell’epidemia.
Tra le sanzioni per la violazione delle medesime norme, i tre verbali di contestazione redatti dalla Volante della Questura nella notte appena trascorsa, uno dei quali nei confronti di un giovane fermano che, poco prima delle 2 di notte, è stato identificato in transito ed ha dichiarato di essersi appena recato in farmacia per acquistare delle mascherine di protezione ma senza poter provare quanto espresso; sanzionato per la violazione del divieto di spostamento notturno, con l’aggravante dell’uso del veicolo e sanzione raddoppiata per reiterata recidiva.
Oltre a quelle concernenti le norme anti Covid, nel corso dei servizi straordinari sono state elevate 6 sanzioni per violazioni a quelle del Codice della strada, perlopiù per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza ma anche per la mancata revisione dell’automezzo e per la mancanza della copertura assicurativa accertata nei confronti di due veicoli che sono stati affidati in custodia ad una officina autorizzata. Controlli costanti che proseguiranno incessanti per garantire ai cittadini fermani ed ai turisti sicurezza, salute e libertà dopo i duri sacrifici affrontati nell’ultimo anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti