facebook twitter rss

Assemblea regionale Avis al teatro dell’Aquila, Calcinaro: “Orgogliosi”, Lauri: “Protagonisti col Best Choice”

FERMO - Questa mattina, al teatro dell'Aquila, assemblea regionale Avis presieduta dal presidente Lauri. Il sindaco Calcinaro: "C'è una battaglia su cui credo che l'Avis possa essere in prima linea, ossia quella della sensibilizzazione alla vaccinazione"
Print Friendly, PDF & Email

di Simone Corazza

Fermo capitale marchigiana, per un giorno, dell’Avis, del dono, dell’altruismo. Un evento voluto a Fermo dall’avv. Giovanni Lanciotti che, dalla fondazione dell’Avis provinciale del Fermano, è stato presidente e vice presidente, oltre ad essere donatore da anni con oltre 100 donazioni effettuate. Questa mattina, infatti, al teatro dell’Aquila del capoluogo di provincia, si è tenuta la 51esima assemblea regionale dell’Avis. Un appuntamento importante per il mondo dei donatori, ma non solo: oltre a rimarcare l’importanza su scala nazionale, dell’Avis regionale e provinciale, oggi, infatti, termina il mandato del presidente Massimo Lauri, con il conseguente rinnovo delle cariche.

Paolo Calcinaro

E grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale, l’Avis ha potuto organizzare la sua assemblea proprio nella location più suggestiva di Fermo, il suo teatro: “La cornice è quella giusta – spiega il sindaco Calcinaro – per l’importanza che l’Avis ha, anche nel Fermano, e per il grandissimo lavoro che fa, anche e soprattutto in questo delicato periodo storico. Sono passati mesi in cui donare è stato davvero difficile ma l’Avis ha continuato a sensibilizzare la gente perché comunque le donazioni sangue servivano, lo dico anche da donatore. E non dimentichiamoci l’importanza della donazione del plasma, essenziale nella guerra al Covid. Ci sono capitato anche io, e di questo sono contento. Parliamo di step fondamentali. Ecco perché siamo orgogliosi di ospitare l’Avis nel nostro teatro. Ora – continua il primo cittadino – c’è una battaglia su cui credo che l’Avis possa essere in prima linea, ossia quella della sensibilizzazione alla vaccinazione tanto più che da oggi sono aperte tutte le categorie. E’ fondamentale per uscire da questo tunnel del Covid perché davvero non se ne può più, non possiamo più reggerlo. Quindi solo con questa coscienza di comunità possiamo venirne fuori”.

Massimo Lauri

Impossibile, con il presidente regionale uscente, Lauri, non parlare del progetto nazionale Best Choice che ha portato Avis nelle scuole, anche nel Fermano, e su cui le Marche sono state protagoniste a livello nazionale. “L’Avis Marche – sottolinea il presidente Lauri, al termine dei suoi due mandati – ha avuto un ruolo fondamentale nel progetto su scala nazionale Best Joyce. E’ un progetto che  comprende 10 Avis regionali, e non solo Avis, e Avis nazionale. Dopo il Veneto, capofila, e l’Avis nazionale, siamo la realtà regionale maggiormente impegnata. Lo abbiamo voluto perché è un progetto per gli studenti ma non andiamo nelle scuole a raccontare la nostra attività, la solidarietà, il dono ma a segnalare delle problematiche che esistono. Penso alla salute, all’educazione. E ai ragazzi chiediamo di raccontarci come vorrebbero trattare i problemi. Sono loro gli attori principali. Per questo è un progetto che mi è piaciuto molto e su cui ho creduto, parte dal basso, dai ragazzi. Sono loro che dicono alla società, ai genitori, a noi dell’Avis, quali sono i loro veri problemi e come possiamo aiutarli a superarli. Diamo voce ai ragazzi”.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto dall’organizzatore, avv. Giovanni Lanciotti, all’amministrazione comunale, al personale, ai vigili del fuoco, alla Croce Verde e a quanti hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa nonostante il difficile periodo storico. 

Progetto ‘Best Choice’: Avis, Aido e Admo entrano a scuola anche nel Fermano per uno stile di vita sano


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti