facebook twitter rss

“Iniziata la stagione balneare ma le docce pubbliche sulla spiaggia libera sono ancora chiuse”

PORTO SAN GIORGIO - La segnalazione di alcuni concessionari di spiaggia dal centro. "Non ci sono bagni pubblici, non ci sono passerelle per raggiungere le docce pubbliche che, a stagione bell'e partita, ancora sono chiuse. E chi usa le spiagge libere chiede sistematicamente a noi di usare docce e bagni"
Print Friendly, PDF & Email

“Ci risiamo, la stagione balneare, fortunatamente, è partita. Ma le docce pubbliche sono ancora chiuse. E tutti, dalle spiagge libere, vengono a usare le nostre”. E’ la segnalazione che arriva da alcuni concessionari di spiaggia del centro che tornano a puntare l’indice contro i servizi pubblici offerti dal Comune sull’arenile.

“Già non ci sono bagni pubblici e quindi ogni anno, ad ogni stagione balneare, tutti quelli che affollano le spiagge libere vengono sistematicamente a usare i nostri di bagni. E’ questo non va affatto bene. Nessuno ha mai pensato di dotare la spiaggia di bagni pubblici. Ma hanno pensato di istallare delle docce che però, arrivano sempre in ritardo. Sì, in ritardo, nel senso che non capita mai che la loro riattivazione coincida con l’inizio della bella stagione. Le spiagge libere sono già da un paio di week end ‘prese d’assalto’ soprattutto dai ragazzi che poi, però, dopo un bagno al mare o dopo aver preso la tintarella, vengono da noi e chiedono di usare bagni, docce, spogliatoi, servizi vari. E questo, oltretutto, in un periodo così difficile come quello che stiamo vivendo con il Covid, provoca inevitabilmente anche degli assembramenti che tutti vorremmo evitare”.

“Noi – rimarcano gli operatori balneari – facciamo di tutto affinché ciò non accada ma, tra mille difficoltà, vorremmo non doverci occupare anche di questioni che non ci competono. La disponibilità per offrire la miglior spiaggia possibile a bagnanti e villeggianti c’è tutta. Ma anche il Comune faccia la sua parte. E non chiediamo certo la luna ma almeno aprano quelle docce. E se poi facessero un ulteriore sforzo con dei bagni pubblici non sarebbe affatto male. E, infine, logica vorrebbe che posizionassero anche delle passerelle per arrivare alle docce anche perché indovinate un pò dove vanno a lavarsi i piedi dopo la doccia, prima di lasciare la spiaggia? Esatto, negli chalet”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti