facebook twitter rss

Diritti, la sfida del Comitato Ddl Zan: “Chiederemo alle istituzioni locali di prendere una chiara posizione”

DIRITTI - "Sono già molte le città che hanno aderito alla rete Re.A.DY per sostenere la battaglia contro ogni forma di discriminazione"
Print Friendly, PDF & Email


Il Comitato Provinciale fermano DDL Zan Subito continua con la sua tabella di marcia. Il presidente Luca Piermartiri  fa il punto e spiega: “Innanzitutto, esprimiamo soddisfazione per la manifestazione di domenica 30 maggio in Piazza del Popolo . Una manifestazione partecipata, con tanti giovani, durante la quale è stata ribadita la necessità di questa legge punto per punto, denunciando anche l’atteggiamento di una destra che sta bloccando un iter con la sola volontà di fare ostruzionismo. Ringraziamo chiunque abbia voluto unirsi a noi. Ora il nostro Comitato ha preparato una mozione  finalizzata al sostegno del DDL Zan e all’adesione alla rete dei Comuni Re.A.Dy (Rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare ogni tipo di discriminazione). Chiederemo agli amministratori del territorio di approvarla! Con la proposta di legge 569 (il cosiddetto DDL Zan) “Modifiche agli articoli 604-bis e 604-ter del codice penale, in materia di violenza o discriminazione per motivi di orientamento sessuale o identità di genere” è stato avviato nel Parlamento italiano un percorso normativo per modificare alcune disposizioni del codice penale italiano, aggiungendo alle discriminazioni per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, anche gli atti discriminatori fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sull’abilismo”.

Piermartiri annuncia: “Nostra intenzione è quella di chiedere alle istituzioni locali di prendere una chiara posizione in tema di diritti. Inoltre, sono già molte le città che hanno aderito alla rete Re.A.DY per sostenere la battaglia contro ogni forma di discriminazione. Ad esempio: Potenza, la città metropolitana di Napoli, Caserta, la Regione Campania, Pompei, la Regione Emila Romagna, la Provincia di Parma, la Provincia di Modena, Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Salsomaggiore Terme, Regione Lazio, Roma e Città Metropolitana di Roma, Latina, Fiumicino, Regione Liguria, Genova, Regione Marche, Fano, Pesaro, Campobasso, Regione Piemonte, Torino, Regione Puglia, Foggia, Bari, Lecce, San Severo, Cagliari, Olbia, Messina, Palermo, Regione Toscana, Arezzo, Firenze, Pistoia, Pisa, Prato, Siena, Livorno, Lucca, Viareggio, Volterra, Province autonome di Bolzano e di Trento, Perugia, Aosta, Padova, Venezia, Vicenza. L’adesione è un gesto simbolico, ma di grande valore sociale poiché risponde all’obiettivo di sensibilizzare il maggior numero di persone sui temi della discriminazione e della violenza, stimolando la discussione sul territorio in un modo nuovo e favorendo lo sviluppo di una coscienza collettiva più aperta e  tollerante. Si chiederà quindi un impegno per:  iscrivere i Comuni alla rete RE.A.DY, la Rete italiana delle Regioni, Province Autonome ed Enti Locali impegnati per prevenire, contrastare e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere;  rilanciare la giornata del 17 maggio come giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia e ad intraprendere iniziative rivolte alla cittadinanza mirate alla riduzione ed alla decostruzione degli stereotipi e dei pregiudizi che minano il diritto all’uguaglianza tra ogni persona sia essa eterosessuale, gay, lesbica, bisessuale o transessuale affermando con forza principi e relazioni di solidarietà; sostenere la definitiva approvazione del DDL Zan, così come è stato approvato dalla Camera.; chiedere il rispetto delle Istituzioni del nostro paese in modo da garantire una democratica discussione in aula, contrastando così l’ostruzionismo che la legge Zan sta subendo”.

Il Comitato DDL Zan Subito è composto da:
– Giovani Democratici Federazione FM
– Partito Democratico Federazione FM
– CGIL Fermo
– Collettivo NROT (Nessuna Risposta Oltre La Tua)
– Sinistra Italiana Provincia FM
– Articolo Uno Provincia FM e Fermo Coraggiosa-Articolo 1
– Arcigay Comunitas Ancona
– Rifondazione Comunista
– Primavera degli Studenti
– Rete degli studenti medi/NoiSette
– Dipende da Noi
– Coalizione Fermo Futura (Agire locale, Fermo coraggiosa, Fermo capoluogo, PD Città di Fermo)
– ANPI Provinciale FM
– Comitato Possibile “Athena”
– Fermo in Azione
– Casa del Popolo Fermo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti