facebook twitter rss

‘Donaction’: 300 i lavori delle scuole per il progetto dedicato alla donazione di organi e tessuti

CONTEST - Settecento complessivamente gli studenti e le studentesse che hanno preso parte al contest giunto alla decima edizione. Hanno partecipato scuole da tutte le province delle Marche, il maggior numero di elaborati sono pervenuti dal Liceo Statale 'Annibal Caro' di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Grandissima partecipazione degli studenti delle scuole superiori della regione Marche alla decima edizione del contest ‘Donaction’, progetto promosso dalla Regione Marche e dalle associazioni di volontariato Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue), Lifc Marche (Lega Italiana Fibrosi Cistica Marche), Aido (Associazione Italiana Donazione Organi Tessuti Cellule), Antr (Associazione Nazionale Trapianti di Rene), Aned (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto Onlus), Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo) e Adisco (sezione regionale Marche cordone ombelicale). Accanto a queste realtà hanno lavorato anche il personale medico del Centro regionale sangue, del Centro regionale sangue cordonale e del Centro regionale trapianti.

Rivolto a studenti e studentesse delle classi terze, quarte e quinte delle scuole superiori della regione, “Donaction” nasce con l’intento di sensibilizzare e informare i giovani sulla donazione di organi e tessuti. La pandemia ha impedito ai volontari delle associazioni di recarsi nelle scuola, pertanto gli incontri informativi si sono svolti da remoto: nonostante questo la partecipazione delle scuole è stata la più alta di sempre.
Ben 300 i lavori complessivamente arrivati, addirittura 700 gli studenti e le studentesse coinvolti. Hanno partecipato scuole da tutte le province delle Marche, il maggior numero di elaborati sono pervenuti dal Liceo Statale ‘Annibal Caro’ di Fermo, dall’I.I.S. ‘Mazzocchi – Umberto I’ di Ascoli Piceno e dal Liceo Medi di Senigallia. Il tema che studenti e studentesse hanno affrontato è stato “Chi ama dona, chi dona vince”, articolato in quattro sezioni: testo giornalistico, spot video, arti figurative, cibo come riuso e salute riservato agli istituti Alberghieri delle Marche. Ragazzi e ragazze hanno mostrato grande attenzione al tema: l’81% di loro è informato sulla possibilità di dare il consenso per la donazione di organi spiegando di essere propensi perché farlo significa salvare la vita a qualcuno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti