facebook twitter rss

Torna Marameo, il festival che non smette di crescere: “Bambini e teatro simboli della rinascita”

TEATRO - Presentata questa mattina in Provincia l'edizione 2021 che coinvolgerà, nel Fermano, i comuni di Fermo; Lapedona; Monte Giorgio; Porto San Giorgio; Montegranaro
Print Friendly, PDF & Email

di Serena Murri

Si apre il sipario su Festival Marameo. La quinta edizione del Festival Interregionale e Internazionale di teatro per ragazzi, quest’anno si svolgerà dal 18 giugno al 19 settembre. Il cartellone che sa di rinascita, nella provincia di Fermo verrà inaugurato con il primo spettacolo il 26 giugno a Porto San Giorgio. Un’iniziativa che piace al pubblico dei più piccoli, ai loro genitori e per questo si arricchisce ogni anno di comuni che aderiscono agli spettacoli, quest’anno a partecipare saranno i seguenti campanili: Fermo, Lapedona, Montegiorgio, Porto San Giorgio e Montegranaro.

Confermato il divertimento per il quinto anno consecutivo, grazie al direttore artistico, Marco Renzi che ha così lanciato la rassegna: “Marameo è un festival nato all’insegna della pluralità. Ogni anno si aggiungono Regioni e Comuni. I partner di quest’anno sono Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche, Puglia. I Comuni che aderiscono al progetto sono 27, per una stima di oltre 100 eventi, spettacoli, laboratori, mostre e presentazioni di libri, per quella che nei fatti, dal punto di vista quantitativo, è attualmente la più grande festa del teatro dell’infanzia d’Italia”. Oggi è stata presentata la programmazione per le Marche, che si connota nelle due province di Macerata e Fermo. La kermesse parte domani dall’isola di Ventotene, con una festa organizzata dall’associazione Utopia con 31 compagnie teatrali da tutta Italia. Il Festival Marameo, si conclude con il progetto Teatri Senza Frontiere, dall’11 al 19 settembre, nei campi profughi della Bosnia Erzegovina.

La presentazione nella sede della Provincia di Fermo, vista la longevità della rassegna, evidentemente porta bene, come ha ricordato la presidente, Moira Canigola: “Ogni anno si aggiungono luoghi e spettacoli, quella di Marameo è una realtà molto importante e il fatto che ogni anno cresca il numero di Comuni ne è testimonianza. È una presa di coscienza per tanti Comuni, di quanto sia importante il lavoro con i ragazzi e l’approccio alla fantasia, oltre alla didattica in generale. Fare rete è il valore aggiunto”.

Saranno centrali le date di Fermo, con Favole e Stelle il 7, 21 e 28 luglio, come ha ricordato l’assessore alla cultura, Micol Lanzidei: “Ci sono persone che si stanno adoperando per riportarci al concetto di normalità che tanto ci manca. Come Comune, con Marco Renzi c’è un rapporto trentennale e l’unione d’intenti di tornare a camminare con i ragazzi e recuperare il concetto dello stare insieme. Favole e stelle ritorna in piazza del Popolo, un piccolo passo verso l’apertura per le norme anti contagio. Riteniamo che il teatro, oltre ad essere un enorme arricchimento, sia uno strumento educativo e un mezzo che aiuta a stare insieme e ad esprimersi”.

Mentre si cerca di tornare alla normalità, l’intrattenimento è d’obbligo, come ha ricordato il sindaco di Lapedona, Giuseppe Taffetani che da tre anni organizza il festival Pappappero il 22 agosto: “Abbiamo aderito alla rassegna l’anno scorso, dopo che Marameo ha avuto un successo inaspettato. Si tratta di una iniziativa pensata per i bambini, visto che il nostro patrono, San Quirico è un bambino di 3 anni. Per un piccolo borgo come il nostro vedere tutti questi bambini che passeggiano, è motivo di soddisfazione”.

All’interno del cartellone, torna anche Parchi da Favola a Montegiorgio nelle date del 6, 13, 20, 27 luglio. Michela Vita, assessore alla cultura, ha spiegato: “Fin dalla prima edizione, abbiamo voluto che l’iniziativa si svolgesse dove i bambini giocano, per far capire che il teatro e la cultura ben si sposano con le attività dei più piccoli e quest’anno serve più che mai l’opportunità d’incontrarsi”.

Una presenza che non era affatto scontata, quella di Montegranaro dove l’iniziativa è stata possibile grazie al favore del vice Prefetto e commissario straordinario Francesco Martino che ha voluto la presenza nel calendario del Veregra Street e di Veregra Children con il direttore artistico Francesco Marilungo che ha precisato: “Collaboro con Nuciari da anni e porterò avanti il suo lavoro. L’organizzazione del Veregra Children è una costola del Veregra Street. Ospitiamo il premio nazionale Otello Sarzi nelle date del 27 e 28 luglio. L’ingresso agli spettacoli è completamente gratuito ma su prenotazione gratuita. Ci siamo come Veregra, come investimenti e soprattutto con la volontà di esserci”.

In chiusura anche Elisabetta Baldassarri, assessore alla cultura del comune di Porto San Giorgio dove l’iniziativa si apre il 26 giugno e si chiude il 27 agosto al cortile Bazzani alle 21 con Un mare di favole: “Quest’anno avremo due appuntamenti entrambi gratuiti. Non solo, abbiamo scelto una tematica a cui teniamo molto che è quella della valorizzazione del mare e dell’ecosostenibilità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti