facebook twitter rss

Dalla costa al santuario dell’Ambro in bus, le nuove corse Steat. Alessandrini: “Per la rinascita del territorio”

TPL - Il presidente della Steat, Fabiano Alessandrini, ha presentato e promosso ieri la nuova linea di collegamento bus estiva che parte da Porto San Giorgio e arriva fino al santuario della Madonna dell’Ambro, passando per i comuni di Fermo, Amandola e Montefortino
Print Friendly, PDF & Email

Fabiano Alessandrini (frame su concessione della Steat)

“In prima linea e al lavoro per il territorio”. Così, con queste parole, il presidente della Steat, Fabiano Alessandrini, ha presentato e promosso ieri la nuova linea di collegamento bus estiva che parte da Porto San Giorgio e arriva fino al santuario della Madonna dell’Ambro, passando per i comuni di Fermo, Amandola e Montefortino. Il servizio sarà curato dall’azienda Steat.

“E’ un servizio importante che l’azienda del territorio vuole ridare al territorio – le dichiarazioni di Alessandrini – fa seguito agli altri servizi che abbiamo implementato dopo il terremoto per ridare fiato alle popolazioni dell’entroterra. Questa iniziativa vuole incrementare anche il momento della rinascita con la sua componente turistica. E lo facciamo con un ventaglio di servizi davvero corposo, con sette corse e con mezzi green, perché questa è la strada che abbiamo intrapreso e soprattutto questo è il servizio che merita questo tipo di mezzi”.

(frame su concessione della Steat)

“Finalmente riusciamo a collegare la costa ai monti in modo permanente per tutto il periodo estivo, non solo per i turisti – gli fa eco Domenico Ciaffaroni primo cittadino di Montefortino – . Il territorio riparte, lo fa insieme, e speriamo che sia un servizio efficace ed efficiente affinché tantissimi turisti possano beneficiarne”.

“Già nel 2016, anno del terremoto, lo avevamo fatto insieme alla Steat – sottolinea il sindaco di Amandola Adolfo Marinangeli riferendosi al collegamento del trasporto pubblico locale – Era stato un successo ed è bello che la Steat lo stia riproponendo in queste zone, soprattutto una risposta green a un Parco Nazionale dei Monti Sibillini che sta crescendo come numero di visitatori”.

Il santuario della Madonna dell’Ambro (frame su concessione della Steat)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti