facebook twitter rss

ll ricordo del ginecologo Elio Lauri nelle parole affettuose di ostetriche e colleghi

MONTERUBBIANO - La scomparsa del ginecologo originario di Rubbianello lascia un grande vuoto tra tutti i suoi colleghi e collaboratori di reparto del Murri di Fermo che lo hanno accompagnato nell’ultimo saluto
Print Friendly, PDF & Email

Il ginecologo dott. Elio Lauri con colleghe e ostetriche dell’ospedale di Fermo

di Silvia Remoli

MONTERUBBIANO – Ieri pomeriggio nella Chiesa Sant’Agostino si sono svolti i funerali di Elio Lauri, medico da tre mesi in pensione ma non per questo meno vivo nella memoria di tutti quei colleghi  e collaboratori (ostetriche, puericultrici, infermieri, Oss, ecc.) che con lui hanno condiviso per molti anni le corsie del reparto di Ostetricia e Ginecologia del nosocomio fermano. 

Il dott. Elio Lauri

Queste le parole che, nel ricordarlo, hanno espresso le ostetriche con dolore e malinconia, ma altrettanta  stima  e dolcezza: “Eravamo davvero in molti ad accompagnarti nel tuo ultimo viaggio. Sono sicura che ne saresti stato felice nel vederci un po’ con il  sorriso un po’ con le lacrime in viso e nel sentirci raccontare, come facevamo spesso quando avevamo occasione di rincontrarci tutti insieme. Raccontare i lunghi anni passati in quella che era la vecchia ostetricia e ginecologia, gli eventi accaduti brutti ma anche belli . Sei stato per tutti, senza distinzione di livelli, un punto di riferimento, sempre disponibile e pronto in qualsiasi momento, sia in ospedale ma anche fuori. Ti porteremo sempre nel nostro cuore”.

Infine una dottoressa, sua collega, lo ha definito con una punta di commozione Curioso e tenace, sempre pronto ad imparare qualcosa di nuovo, rimasto semplice e umile,  riconoscendo la semplicità e la bellezza della natura”. 

Sanità in lutto, addio a Rea e Lauri. Livini: “Due professionisti che hanno dato tanto al territorio”

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti