facebook twitter rss

Acquista on line due divani che non arrivano mai: denunciato il truffatore

FERMO - I carabinieri di Fermo, dopo aver raccolto la denuncia-querela della donna, all’esito di minuziose indagini, hanno ricostruito ogni tassello della vicenda, identificando e denunciando l'uomo per il delitto di truffa
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri della stazione di Fermo, coordinati dal luogotenente Andrea Giannessi, all’esito di specifiche indagini condotte anche con l’ausilio di tabulati telefonici e riscontri condotti sulla documentazione bancaria, hanno deferito all’autorità giudiziaria un pluripregiudicato napoletano, già noto alle cronache giudiziarie, residente in provincia di Chieti, ritenuto responsabile del reato di truffa.
“L’uomo – spiegano dalla compagnia dell’Arma di Fermo guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi – all’inizio di febbraio, ha pubblicato su un sito internet la vendita di due divani usati. Una donna di circa 50 anni fermana, interessata all’acquisto del mobilio, ha intavolato la trattativa con il venditore che, però, aveva ben altre intenzioni. Questi, infatti, mediante artifici e raggiri, l’ha indotta a versare quasi 4.000 euro su una carta prepagata lui riconducibile. Ma dopo il pagamento la merce non è stata spedita all’acquirente e l’annuncio è stato subito rimosso”.

Il comandante della stazione carabinieri di Fermo, luogotenente Andrea Giannessi

I carabinieri di Fermo, dopo aver raccolto la denuncia-querela della donna, all’esito di minuziose indagini, hanno ricostruito ogni tassello della vicenda, identificando e denunciando l’uomo per il delitto di truffa.
I militari dell’Arma colgono l’occasione per sensibilizzare la cittadinanza a prestare la massima attenzione agli acquisti on line, suggerendo di “evitare, in particolare, di effettuare transazioni e bonifici su carte di credito prepagate, anche se muniti di codice Iban, poiché – spiegano i carabinieri – spesso sono risultate intestate a presta-nomi o a soggetti irreperibili. Non sempre un prezzo conveniente corrisponde ad un buon affare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti