facebook twitter rss

Standing ovation per il ritorno di Achille Polonara al ristorante Duilio: “Le Olimpiadi un sogno, Gallinari? Il più forte”

PORTO SAN GIORGIO - Il cestista italiano fresco di qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo questa mattina si è presentato allo chalet del lungomare sud concedendosi a selfie e saluti: "Mi godo qualche giorno di vacanza al mare prima della partenza alla volta del Giappone, siamo carichi e motivati"
Print Friendly, PDF & Email

Da sin. Fabio Iobbi, titolare dello chalet ristorante Duilio, e Achille Polonara

 

di Leonardo Nevischi

Tre giorni fa trascinava l’Italbasket di coach Meo Sacchetti a Belgrado nell’impresa di staccare il pass per i Giochi di Tokyo con una prestazione eroica che gli è valsa il titolo di Mvp del torneo (22 punti e 6/8 da tre nel 102-95 sulla Serbia padrona di casa). Oggi invece sorride e si concede a selfie e saluti con la moglie Erika e la figlia Vittoria allo chalet ristorante Duilio di Porto San Giorgio dove ad attenderlo c’era uno striscione “Bentornato al nostro campione che ha riportato il basket alle Olimpiadi. Grazie Achi”.

Questo il benvenuto per un Achille Polonara in versione ciabatte e costume da bagno, accolto da Fabio Iobbi, titolare dello chalet, e dai presenti con una vera e propria ovazione amplificata dalle note dell’inno di Mameli.

“Abito a 200 metri dallo stabilimento e non appena posso prendermi una pausa dal basket vengo a godermi un po’ di relax qui al mare – ha commentato l’ala grande cresciuta nelle fila della Stamura Ancona e fresca di contratto con il Fenerbahçe, che poi ritorna sulle emozioni vissute al Preolimpico di Belgrado -. Negli ultimi due anni abbiamo fatto moltissimi sacrifici e questo traguardo è la giusta ricompensa. Tornare alle Olimpiadi 17 anni dopo l’ultima volta è una soddisfazione enorme, per noi e per tutti gli sportivi italiani. In realtà non abbiamo ancora realizzato quello che abbiamo fatto: sembra di sognare. È stato un successo del tutto inaspettato perché tutti pensavano che contro la Serbia non ci fossero chance e invece è andata nel migliore dei modi. Il premio Mvp? Un plus che mi rende felice e orgoglioso, ma l’importante era il raggiungimento del traguardo collettivo di approdare alle Olimpiadi”.

Ora ad attendere Polonara ci sarà qualche giorno di meritato riposo, poi lunedì l’inizio della preparazione atletica in vista della prima sfida con la Germania (domenica 25 lugli alle ore 6.40) ed il 16 la partenza alla volta del Giappone. Insieme a lui ci saranno gli altri undici eroi azzurri di Belgrado, fatta eccezione per Awudu Abass che verrà sostituito da Danilo Gallinari, libero dopo l’eliminazione degli Hawks nella corsa alle Finals Nba.

“Il gruppo è super carico e motivato. Ci sono molti stimoli per fare bene perché per molti sarà l’ultima opportunità di giocare i Giochi Olimpici. La presenza di Gallinari? È il giocatore più forte che abbiamo, sicuramente il fatto che verrà a Tokyo con noi ci darà una grossa mano. Sono sicuro che si aggregherà al meglio nel gruppo sin da subito e darà il suo contributo sia a livello di esperienza sia a livello qualitativo”.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti