facebook twitter rss

J.K.A. a Maranello, lezione formativa con il maestro Takeshi Naito

KARATE - La scuola sangiorgese, dopo i mesi bui della pandemia, è tornata di nuovo sul tatami per uno stage in terra di Romagna. Importante opportunità di crescita per i giovani del responsabile Fabio Leoni. "Azione ma anche filosofia e pensiero, per una piena formazione a tutto tondo", le parole dei partecipanti dediti alla pratica dell'arte marziale
Print Friendly, PDF & Email

La folta rappresentanza del sodalizio sangiorgese a Maranello

PORTO SAN GIORGIO – E karate fu.

Dopo circa un anno e mezzo di stop forzato causa Covid, la J.K.A. (Japan Karate Association Italia) si è ritrovata nel weekend scorso all’interno del palazzetto dello sport di Maranello (MO) per uno stage formativo al fianco del maestro Takeshi Naito.

L’emozione nel potersi rivedere sui tatami dopo tanto tempo è stata sicuramente forte per i tesserati del sodalizio sangiorgese, soprattutto considerato che gli allenamenti in presenza sono ripartiti solo lo scorso maggio, con i momenti più cupi della pandemia a consentire soltanto il relativo allenamento on line.

Tra i club partecipanti all’importante momento formativo, dunque anche la realtà cittadina guidata dal maestro Fabio Leoni, che in terra di Romagna si è messa bene in mostra grazie alla presenza di atleti giovanissimi e desiderosi di apprendere, per dimostrare poi l’importanza in cuor loro della disciplina.

Un momento di confronto con il maestro Takeshi Naito

Tra la bontà del lavoro svolo e ben metabolizzato, va sottolineato anche l’aspetto più legato all’apprendimento delle tecniche di Katà e Kihon, ed il pensiero che il maestro Takeshi Naito ha voluto trasmettere a tutti, quello cioè legato alla differenza dell’aspetto tra ego e personalità.

“L’ego genera negatività e si traduce in presunzione, arroganza e superficialità – la spiegazione del vertice del J.K.A. adriatico -. La personalità genera invece positività e si traduce in sicurezza, rispetto e responsabilità”. Alla manifestazione sono intervenute anche personalità istituzionali della città, che nel salutare i presenti hanno tenuto a ringraziare gli atleti ed i maestri auspicando la continuità delle manifestazione, pandemia permettendo, con la promessa di un ulteriore ritrovo collettivo al termine dell’estate”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti