facebook twitter rss

“Consiglio ancora via web: per coprire i dissidi in maggioranza?” FI all’attacco

SANT'ELPIDIO A MARE - "in collegamento il dibattito è per forza di cose limitato, i problemi di connessione, tutto diventa più facile per chi ha interesse a contare solo le alzate di mano secondo indicazione"
Print Friendly, PDF & Email

“Ennesimo consiglio comunale da remoto. Perché? Perché ci si ostina a continuare a riunire l’assise comunale via web? L’Italia è finalmente in zona bianca, il calendario elpidiense è pieno di eventi con l’intento di portare persone in città e recuperare un po’ di quella socialità, leggerezza e spensieratezza che è mancata per un intero anno. Città Medioevo, il Jazz, la Contesa, di Arte in Vino, Salotto Letterario, maxi schermo per gli europei, ma il consiglio comunale no”. E’ l’interrogativo che si pone il coordinamento comunale Forza Italia di Sant’Elpidio a Mare.

“Sappiamo che è prerogativa del presidente de Consiglio la convocazione e la modalità di svolgimento del Consiglio. Più volte con il nostro capogruppo in Consiglio comunale, Roberto Greci, abbiamo chiesto che l’incontro avvenisse in presenza. Purtroppo tutti gli appelli sono caduti nel vuoto. In assenza di un motivo valido – incalzano da FI – ha senso continuare così? O forse un motivo valido c’è: in collegamento il dibattito è per forza di cose limitato, i problemi di connessione, tutto diventa più facile per chi ha interesse a contare solo le alzate di mano secondo indicazione. Come diceva Andreotti: ‘a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca‘, non è che l’evitare di incontrarsi sia funzionale alla maretta che aleggia in maggioranza? Ormai siamo tutti abituati a vedere film in streaming, comodi sul divano con i pop corn: inizia ‘c’eravamo tanto amati'”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti