facebook twitter rss

Spiagge ed erbacce sulla litoranea, il punto di vista dei residenti

FERMO - Parte dei cittadini afferenti alla località Lido interviene nella querelle andata in onda nei giorni scorsi a vedere, nel merito, da una parte i turisti e dall'altra l'amministrazione comunale. "Un esempio di costa perfettamente tirata a lucido? Bisogna risalire al dopo concerto di Jovanotti di due anni fa"
Print Friendly, PDF & Email

 

Una foto della spiaggia inviata dai residenti della costa a nord di Lido di Fermo

di Redazione

 

“In merito a quanto esternato nei giorni scorsi da questi spazi (vedi l’articolo sotto correlato) da turisti e parte della giunta comunale, ci sentiamo di precisare il nostro punto di vista”.

Parole di un gruppetto di residenti fermani, ubicati a ridosso della costa nord, che nel merito della pulizia della spiaggia precisa quanto segue. “Non ci sentiamo ne di contrastare il punto di vista dei visitatori, che anzi ci lusingano scegliendo la nostra città come meta per le vacanze, ne tantomeno andare contro l’operato dell’amministrazione, che rende nota un’agenda programmatica attuale, per certi versi anche legittima, ma del tutto svincolata dalla storicità dell’area in questione”.

“La realtà che viviamo quotidianamente – precisano – è quella di una spiaggia pressoché caratterizzata dall’incuria, con i cambiamenti di habitat che secondo noi non hanno agevolato il Fratino, specie che, ai nostri occhi, da queste parti non è una presenza costante. Un esempio di come dovrebbe essere la spiaggia? Risaliamo a due anni fa, al dopo concerto di Jovanotti”.

“Anche stamane (ieri, ndr) c’era una folta squadra di operatori ecologici a ripulire l’ambiente, sinonimo di impegno, questo sì. Ma ora più che mai si stratta di un’operazione da minimo sindacale: come tutti sapranno ad agosto la popolazione lungo la costa fermana si moltiplica di molto, con tutte le conseguenze del caso. Questa è una zona per famiglie, locali e di turisti, e non regge la tesi che ci sia da attendere una tempistica tecnica per ripartire con la manutenzione del verde, frutto del rimbalzo di competenze tra una scrivania pubblica ed un’altra. La regola ordinaria sarebbe quella di vedere splendere al sole la spiaggia al netto di incuria e selva lasciata al mero abbandono”.

 

Articolo correlato: 

Spiaggia ed erbacce nel mirino dei turisti: “Che desolazione” ma Ciarrocchi spiega: “Fratino, aree private e lavori Ciip”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti