facebook twitter rss

Finanza a tutto campo: sequestrati nel Fermano 6mila prodotti non sicuri e sigarette, nei guai un commerciante

CONTROLLI - i Finanzieri si sono concentrati anche su quelle volte a tutelare i consumatori finali, eseguendo controlli finalizzati al rispetto della normativa in materia di sicurezza prodotti ed impedendo, con il sequestro di oltre 6 mila beni, l’immissione in consumo di ingenti quantitativi di merce di dubbia provenienza, potenzialmente nociva per la salute degli acquirenti. le Fiamme Gialle hanno ritirato dal commercio 2,3 kg di TLN (tabacchi lavorati nazionali), venduti da un commerciante di Porto San Giorgio sprovvisto dell’autorizzazione necessaria per svolgere tale attività
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

Prosegue incessante l’attività della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Fermo anche in questi giorni estivi, di festività, eventi sportivi, manifestazioni e sagre: i militari vigilano sui centri cittadini per prevenire possibili illeciti perpetrati ai danni dei singoli e della collettività. La tutela si intensifica nei luoghi di aggregazione e negli snodi sensibili, con l’ausilio delle unità cinofile, sempre impegnate nella lotta al traffico illecito di sostanze stupefacenti.
A bordo di auto di servizio con colori d’Istituto e civili, i controlli lungo le strade sono stati incrementati ed hanno consentito, solamente negli ultimi quattro giorni, di identificare 260 persone e di segnalarne 7 alla Prefettura, trovate in possesso di sostanze stupefacenti.

“Tra le numerose attività di servizio, i Finanzieri – fanno sapere proprio dal comando provinciale delle Fiamme gialle di Fermo – si sono concentrati anche su quelle volte a tutelare i consumatori finali, eseguendo controlli finalizzati al rispetto della normativa in materia di sicurezza prodotti ed impedendo, con il sequestro di oltre 6 mila beni, l’immissione in consumo di ingenti quantitativi di merce di dubbia provenienza, potenzialmente nociva per la salute degli acquirenti. Contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo, ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza. I sequestri hanno coinvolto anche il settore dei generi di monopolio e, in particolare, quello dei tabacchi: le Fiamme Gialle hanno ritirato dal commercio 2,3 kg di TLN (tabacchi lavorati nazionali), venduti da un commerciante di Porto San Giorgio sprovvisto dell’autorizzazione necessaria per svolgere tale attività”.


Anche la Sala Operativa del Comando Provinciale contribuisce a raggiungere questi risultati: il suo costante coordinamento delle attività istituzionali, continuativamente nell’arco delle 24 ore, costituisce sempre un prezioso ed insostituibile supporto, sia ai colleghi impegnati attivamente nel servizio, sia alla collettività. In quanto gestore del servizio di pubblica utilità ‘117’, costituisce il punto di contatto diretto tra la Guardia di Finanza e il cittadino, il quale ha l’opportunità di segnalare episodi di interesse nei settori operativi di competenza della Guardia di Finanza.
Nella provincia fermana il Corpo continua a svolgere, in maniera sempre incisiva, la propria missione di polizia economico-finanziaria ed i molteplici interventi connessi alle attività di concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti