facebook twitter rss

Guerriglia urbana a Lido Tre Archi: bottiglie di vetro contro la polizia. La fuga sui terrazzi dura poco: fermati tre giovani

FERMO - Situazione ad alta tensione anche per i passanti, tra cui diversi turisti, che hanno assistito attoniti alla scena. Fortunatamente nessuno degli agenti ha riportato ferite o altre conseguenze dal lancio del materiale in vetro. Sul posto sono confluite diverse pattuglie delle volanti della Questura di Fermo, alcuni equipaggi del reparto prevenzione crimine di Pescara, la Squadra Mobile, la Guardia di Finanza con  un'unità cinofila, il Nucleo Radiomobile dei Carabinieri, la Polizia Locale di Fermo e diverse pattuglie in borghese.
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli e Paolo Paoletti

Scene da guerriglia urbana oggi pomeriggio, attorno alle 17.15, a Lido Tre Archi. La Polizia stava, infatti, effettuando il fermo di una persona, già nota alla forze dell’ordine, quando alcuni soggetti, da sotto un porticato in via Salvadori Paleotti, hanno iniziato a scagliare contro gli agenti delle bottiglie di vetro. 

Situazione ad alta tensione anche per i passanti, tra cui diversi turisti, che hanno assistito attoniti alla scena. Fortunatamente nessuno degli agenti ha riportato ferite o altre conseguenze dal lancio del materiale in vetro. Approfittando del lancio di bottiglie e del caos scoppiato in strada, il giovane fermato e altri due ragazzi si sono dati alla fuga. Sono entrati in un palazzo e poi, presumibilmente da una finestra, sono scappati passando saltando tra i terrazzi. Tre giovani in fuga direzione nord. Le forze dell’ordine, infatti, in massima allerta dal momento che non si sapeva se i tre potessero essere armati di coltello, hanno da subito concentrato le ricerche lungo le sponde del fiume Tenna. E da lì fino alla zona Faleriense di Porto Sant’Elpidio.

Sul posto, dove era già presente la Squadra Mobile della Questura di Fermo, sono confluite diverse pattuglie delle Volanti della Questura di Fermo, alcuni equipaggi del Reparto prevenzione crimine di Pescara, la Guardia di Finanza con una pattuglia e un’unità cinofila, il Nucleo Radiomobile dei Carabinieri e una pattuglia della stazione di Porto Sant’Elpidio, la Polizia Locale di Fermo e diverse pattuglie in borghese. Con loro anche un’ambulanza della Croce verde Porto Sant’Elpidio, allertata per precauzione.

E la fuga dei ragazzi è durata ben poco. La Polizia ha, infatti, circoscritto un’area cantierata in cui le divise hanno avuto da subito il sospetto che i tre potessero essersi nascosti. E gli agenti ci hanno visto lungo. I fuggitivi, infatti, sono stati scovati in un edificio in costruzione in via Ravenna, la strada che va a incrociare con via Faleria. Bloccati, i tre sono stati trasportati in Questura per gli accertamenti di rito.

Quello di oggi pomeriggio è  l’ennesimo fatto di cronaca che in poche ore ha interessato il quartiere fermano. Una donna questa mattina è stata aggredita. Non si esclude che ci possano essere legami tra i soggetti protagonisti dei due episodi. Anche il comitato residenti ha fatto sentire la propria voce di protesta arrivando a chiedere le dimissioni di Mauro Torresi, assessore competente anche in sicurezza, e del sindaco Paolo Calcinaro. 

 

Donna aggredita, il Comitato residenti di Lido Tre Archi sulle barricate: “Chi ha sottovalutato i problemi si dimetta”

Aggressione a Tre Archi, Interleghi con i residenti: “Più sicurezza e maggior ascolto da chi amministra”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti