facebook twitter rss

L’incendio e l’aggressione: ore di tensione a Lido Tre Archi

FERMO - Alcuni cassonetti sono stati nuovamente dati alle fiamme ieri mattina e nel pomeriggio un uomo è stato aggredito in via Aldo Moro
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Prima il fuoco, con altri cassonetti dati alle fiamme, poi l’aggressione. Sono state ore di tensione quelle vissute ieri a Lido Tre Archi. Tutto è partito ieri mattina quando alcuni cassonetti dell’immondizia sono stati dati alle fiamme. Un episodio che riaccende i riflettori su episodi inquietanti nel rione costiero di Fermo. E che inevitabilmente riportano alla mente, con una memoria che certo non deve andare indietro di molto, i bidoni dell’immondizia dati alle fiamme il 26 agosto scorso con un soggetto, però, subito identificato, denunciato ed espulso dalla Polizia. Ma a causa della mancanza di posti nei Cpr, allo stranieri è stato notificato un decreto d’espulsione del Prefetto e il Questore gli ha ordinato di lasciare l’Italia.

Incendio domato, cassonetti spenti. E tutto riportato alla normalità, se così si può dire, a Lido Tre Archi. Ma giusto per poche ore. Sì perché nel pomeriggio un uomo è stato aggredito in piena via Aldo Moro, strada centrale del quartiere. Che fosse lo stesso che ha appiccato le fiamme ai cassonetti, il 26 agosto e ieri? Che l’incendio e l’aggressione siano due episodi correlati? Elementi al vaglio della Polizia di Stato, intervenuta con una Volante sul posto. La Questura sta ricostruendo l’accaduto a partire dalle fiamme, dalla mano incendiaria e dalla successiva aggressione. L’uomo picchiato, soccorso dai sanitari della Croce verde, non ha comunque riportato gravi conseguenze ed ha rifiutato il trasporto in Ospedale.

 

Cassonetti in fiamme: isolati dai responsabili Asite e spenti dai vigili del fuoco. Indaga la Polizia, ipotesi dolo

Dà fuoco a un cassonetto, clandestino espulso e denunciato dalla Polizia


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti