facebook twitter rss

Bando sul sostegno al costo del lavoro e continuità aziendale, la soddisfazione di Putzu e Balestrieri (FdI)

FONDI - "Al bando hanno risposto in 4045 e, nei giorni scorsi, si è chiuso l'iter di verifica di domande con 1609 imprese che riceveranno i finanziamenti entro breve. Per la provincia di Fermo sono state ammesse ben 318 imprese toccando in linea di massima tutte le città ma soprattutto i piccoli borghi"
Print Friendly, PDF & Email

Da sin Andrea Putzu e Andrea Balestrieri

“Al bando della Regione Marche per il sostegno del costo del lavoro e della continuità aziendale hanno risposto in 4045 e, nei giorni scorsi, si è chiuso l’iter di verifica di domande con 1609 imprese che riceveranno i finanziamenti entro breve; in questo ultimo anno e mezzo molte attività della Regione hanno continuato a tenere in piedi la propria attività tra mille problemi, mantenendo contestualmente però numerosi posti di lavoro, cosa non facile visto il periodo delicato sia dal punto di vista economico e sociale che tutti noi stiamo vivendo legato alla pandemia in corso; tutto ciò può avere solo una chiave di lettura; una misura di reale sostegno al reddito e di tutela del lavoro che è diretta a quelle imprese che hanno attivato ammortizzatori sociali per almeno tre mesi, a specifiche condizioni”. Così in una nota il consigliere regionale FdI e presidente della seconda Commissione attività produttive, Andrea Putzu, e il segretario provinciale FdI, Andrea Balestrieri.

“Esprimo soddisfazione per il bando molto partecipato che – aggiunge Putzu – riguarda importanti misure di sostegno delle imprese. Voglio ringraziare l’assessore Castelli per aver voluto questo bando ed anche i membri della Commissione che presiedo per aver approvato fondi da mettere in campo per questo bando. Spero che riusciremo a reperire altri fondi per dare delle risposte anche alle aziende che per il momento non sono rientrate in graduatoria”.

“Notizie come queste – il commento di Balestrieri – mi danno la conferma che la micro impresa nel nostro territorio va supportata sempre e comunque; questo è il frutto che la politica e i territori vanno sempre in perfetta sincronia in modo da permettere alla politica e alle istituzioni di intercettare sempre la cosa migliore; per la provincia di Fermo sono state ammesse ben 318 imprese toccando in linea di massima tutte le città ma soprattutto i piccoli borghi segno tangibile che proprio le zone interne e le imprese della nostra provincia sono la ‘locomotiva’ di una manifattura e di un tessuto che sempre più vanno tutelate e aiutate in questo periodo storico che tutti noi stiamo attraversando”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti