facebook twitter rss

Caso trasporto scolastico, Cesetti: “Risolto il problema in extremis con un privato, ora vogliamo il rimborso”

MAGLIANO DI TENNA - Il sindaco Pietro Cesetti: "La ditta che si è aggiudicata l'appalto unico regionale non è riuscita ad adempiere al servizio. Mi sono mosso subito e in extremis ho chiuso un accordo con Reali"
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Pietro Cesetti

Disservizio nel trasporto scolastico. Tra i Comuni nel Fermano interessati dal problema emerso in queste ore, con il rientro a scuola, oltre a Sant’Elpidio a Mare, anche Magliano di Tenna, dove il sindaco Pietro Cesetti si è trovato spiazzato a poche ore dalla rientro nelle classi. Ma è comunque riuscito in extremis a garantire il servizio ai suoi piccoli concittadini chiudendo un accordo con la ditta Reali.

“Dovevamo avere due pulmini e un paio di giorni fa ce n’è arrivato uno solo e, per di più, anche con la batteria scarica. Che ci faccio con un pulmino solo? – il sarcasmo di Cesetti – purtroppo la Regione ha fatto l’appalto unico e la ditta vincitrice, una ditta della Puglia, non è riuscita ad adempiere al servizio in questione. Io mi sono immediatamente attivato e, a forza di insistere con la Regione, sono riuscito ad ottenere l’autorizzazione a svincolarmi dall’appalto unico regionale. E così, cercando in giro, ho trovato l’azienda Reali che mi ha dato la sua disponibilità a svolgere il trasporto scolastico”, dunque bambini ‘salvi’ da casa a scuola e viceversa. “Sì, vero, e per fortuna direi. Ma resta un fatto: con la Reali abbiamo concordato un prezzo che per le casse comunali comporta un surplus di diverse migliaia di euro che, in una piccola comunità come la nostra, pesano eccome. Un aggravio di oneri per il Comune in un periodo storico in cui molte entrate non le abbiamo. Ora spero solo che la Regione ci risarcisca. Il nostro prefetto si è interessato della vicenda. Mi ha contattato nei giorni scorsi e mi ha fatto sapere che, tramite la prefettura di Ancona, proverà a portare al vaglio della Regione proprio la questione del risarcimento. Io quest’appalto unico proprio non lo capisco. Oltretutto ha tagliato fuori le nostre aziende del territorio. Ora fortunatamente abbiamo l’accordo con Reali fino a fine anno, ma se ci sono le condizioni, ed è nostro interesse, proveremo a prolungarlo fino alla fine dell’anno scolastico”.

Nell’annosa vicenda, si diceva all’inizio, è stato coinvolto anche il comune di Sant’Elpidio a Mare: In merito ai disservizi delle ultime ore il trasporto scolastico, come avrete avuto modo di apprendere dalla stampa di questa mattina, per una gravissima incapacità di organizzare il servizio da parte della ditta individuata con gara regionale – le dichiarazioni del sindaco Alessio Terrenzi – in 17 comuni della Regione Marche è saltato e migliaia di famiglie sono state costrette a gestire un disservizio da ripercussioni sociali ed economiche inimmaginabili; grazie all’impegno dei nostri uffici alle politiche scolastiche e alla Steat, in nemmeno mezza giornata, si è riusciti a garantire il piano trasporto come da programma. Un lavoro di squadra invisibile ma assolutamente encomiabile”.

 

Terrenzi affida a un messaggio il saluto agli studenti, il grazie a Steat e uffici comunali per aver risolto il caso trasporti


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti