facebook twitter rss

“Incontri d’arte”: Monte Vidon Corrado ricorda il grande poeta Francesco Scarabicchi

MONTE VIDON CORRADO - Sabato 18 settembre dalle ore 17 nella piazza del centro storico – o nel teatro comunale in caso di avverse condizioni meteo - dopo il saluto del sindaco, interverranno critici, storici dell'arte e artisti legati da lunga amicizia e da intensa condivisione intellettuale con il grande poeta anconetano recentemente scomparso.
Print Friendly, PDF & Email

Nel contesto della rassegna “Incontri d’Arte” organizzata dal Comune e dal Centro Studi Osvaldo Licini, Monte Vidon Corrado omaggia Francesco Scarabicchi, dal 2017 concittadino onorario di Osvaldo Licini. Sabato 18 settembre dalle ore 17 nella piazza del centro storico – o nel teatro comunale in caso di avverse condizioni meteo – dopo il saluto del sindaco, interverranno critici, storici dell’arte e artisti legati da lunga amicizia e da intensa condivisione intellettuale con il grande poeta anconetano recentemente scomparso.

“Nella sua costante ricerca della bellezza Scarabicchi – spiegano gli organizzatori –  è stato profondamente affascinato dalle arti visive, osservate sempre “dal ciglio dei versi, cioè dalla sponda di chi ha scelto una scrittura verticale per dirsi, consapevole che quella scrittura irradia e contamina anche la breve latitudine della prosa”, come lui scrive nell’introduzione alla sua raccolta di scritti d’arte “L’attimo terrestre”. Ricorderanno Scarabicchi due amici di sempre, il critico letterario Massimo Raffaeli e lo storico dell’arte Michele Polverari (già direttore della Pinacoteca Civica di Ancona); seguiranno gli interventi del fotografo Giorgio Cutini e dell’artista e grafico Ezio Bartocci. Daniela Simoni ripercorrerà le tappe dell’assidua frequentazione che il poeta ha avuto del paese di Osvaldo Licini e delle tante occasioni di collaborazione con il Centro Studi. Un ruolo importante nell’organizzazione di questo omaggio lo ha Liana De Gregorio, la moglie di Scarabicchi, che leggerà alcuni testi di Francesco insieme allo storico dell’arte Stefano Bracalente. Gli interventi musicali saranno del duo di sassofoni composto da Letizia Illuminati e Francesco Fratalocchi. Le immagini saranno di Mariano Fagiani e di Giandomenico Papa, amico fraterno di Scarabicchi”.

“Un uomo sensibile, garbato, un intellettuale limpido e di straordinaria statura, un poeta che lascia pagine importanti nella letteratura del nostro tempo – afferma il sindaco Giuseppe Forti – siamo profondamente onorati di avere come concittadino l’indimenticabile Francesco Scarabicchi il cui nome ben figura accanto a quello di Osvaldo Licini”.

Al termine dell’evento sarà possibile visitare la mostra “Fausto Paci, l’arte di collezionare. Da Licini a Fontana, da Man Ray a Warhol”.

Per partecipare all’evento è richiesto il green pass da presentare insieme ad un documento di identità, è necessaria la prenotazione al 334/9276790


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti