facebook twitter rss

Capasso dona coperte alla Croce azzurra, il grazie di Belleggia: “Una vicinanza costante negli anni”

PORTO SAN GIORGIO - Il presidente della Croce azzurra: "La vicinanza di Capasso per noi è ormai una costante che ci riempie di gioia e di orgoglio. Evidentemente apprezza, come tanti altri sangiorgesi, il nostro operato"
Print Friendly, PDF & Email

“La generosità del cavalier Orazio Capasso è il più grande esempio di vicinanza incondizionata alla Croce azzurra di Porto San Giorgio”. Con queste parole, questa mattina, il presidente della pubblica assistenza sangiorgese, Gilberto Belleggia, ha voluto ringraziare lo storico commerciante di biancheria per la casa, Orazio Capasso, che anche quest’anno, come avviene ormai da tantissimo tempo, ha voluto omaggiare di coperte che il sodalizio utilizzerà, nei mesi più freddi dell’anno, nelle ambulanze, durante il trasporto dei pazienti.

“La vicinanza di Capasso per noi è ormai una costante che ci riempie di gioia e di orgoglio. Evidentemente apprezza, come tanti altri sangiorgesi, il nostro operato – continua Belleggia – e vuole ricambiare con questi gesti così importanti la stima che ha nei nostri confronti. Ma anche vicinanza nei confronti di chi, in quei momenti così difficili, si trova ad essere soccorso. Sette anni fa ha avuto un grave malore. E da quel giorno continua ad essere ancor più grato alla Croce azzurra. Sì, ancora più grato. Perché Capasso non ha certo iniziato sette anni fa a dimostrare fattivamente la sua vicinanza al nostro sodalizio, al sodalizio di tutti i sangiorgesi. Già da anni prima sistematicamente ogni anno ci donava qualcosa. Ma da sette anni a questa parte è ancor più riconoscente. E noi a lui, in un momento storico in cui festeggia anche l’anniversario di matrimonio e il mezzo secolo di attività”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti