facebook twitter rss

Lido Tre Archi e Porto San Giorgio sotto la lente della polizia: bloccato un ladro di biciclette e controlli sui mezzi pubblici

CONTROLLI - Solamente nel corso dello specifico servizio di controllo delle due zone costiere, sono stati identificate e controllate più di 100 persone e 70 veicoli sottoposti ad accertamenti.
Print Friendly, PDF & Email

 

Sono proseguiti anche nella giornata di ieri i controlli della Polizia di Stato sulla costa fermana. Lido Tre Archi e Porto San Giorgio sono stati gli obiettivi delle verifiche degli equipaggi della Questura con la collaborazione di quelli del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e dell’unità cinofila della Guardia di Finanza. La Polizia di Stato fermana ha controllato ieri più di 200 persone e circa 150 veicoli elevando più di 20 sanzioni per violazioni al codice della strada e sottoponendo a sequestro amministrativo 5 veicoli.

Attività ancora una volta a tutto campo, dalla identificazione di persone con posti di controllo su strada alle verifiche dinamiche nelle aree di aggregazione spontanea, accertamenti amministrativi presso i pubblici esercizi, anche ai fini delle verifiche del possesso del Green Pass da parte dei clienti, e controlli delle persone sottoposte a misure di prevenzione e cautelari che comportano il divieto di uscire dalla propria abitazione e prescrizioni limitative della libertà di circolazione.

Solamente nel corso dello specifico servizio di controllo delle due zone costiere, sono stati identificate e controllate più di 100 persone e 70 veicoli sottoposti ad accertamenti. Tra questi ultimi, e non potevano mancare, tre autovetture sono state sottoposte a sequestro amministrativo per la mancanza della copertura assicurativa obbligatoria, una delle quali scaduta addirittura nel gennaio del 2016. I veicoli sono stati caricati dai carri attrezzi e depositati presso officine autorizzate ed ai proprietari notificata la rilevante sanzione pecuniaria.

Controlli di sicurezza per la prevenzione dei reati e della circolazione ma anche interventi per segnalazioni giunte alla Sala Operativa della Questura.

A Porto San Giorgio, a seguito di segnalazione di personale dell’azienda di trasporto pubblico, il personale della Polizia di Stato ha preso in consegna due giovani stranieri che, sprovvisti di biglietto di viaggio, si sono rifiutati di farsi identificare per evitare la prevista sanzione amministrativa. I due, poco più che ventenni e senza documenti di identità al seguito, sono stati accompagnati in Questura e fotosegnalati ai fini della corretta identificazione e per la successiva irrogazione della multa.

Inoltre, un ladro di biciclette denunciato a Porto San Giorgio. La richiesta di intervento aveva segnalato che un giovane era entrato in un cortile condominiale e si era allontanato con due bici. Poco prima dell’arrivo della pattuglia, gli operatori hanno notato un ragazzo che, alla vista dell’auto di servizio, ha tentato di nascondere una bicicletta dietro ad una siepe. Fermato e controllato, ha fornito dichiarazioni contrastanti in merito al possesso della bici, finendo comunque per confessare di averla “trovata” in un palazzo nelle vicinanze e fornendo, incalzato dalle domande dei poliziotti, indicazioni anche sul posto dove aveva occultato la seconda. La ricostruzione degli eventi aveva accertato che il giovane aveva suonato ad alcuni campanelli dello stabile e qualcuno dei condòmini gli aveva aperto il cancello consentendogli di accedere al cortile interno. Le biciclette rinvenute sono state riconsegnate ai legittimi proprietari ed il ragazzo, un cittadino comunitario circa trentenne senza residenza né domicilio nel territorio fermano, è stato accompagnato in Questura e denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Controlli, come si è detto, a tutto campo che proseguiranno anche in questo fine settimana per la tutela della sicurezza e della tranquillità dei cittadini della costa fermana e la prevenzione di ogni tipo di reato.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti