facebook twitter rss

Sicurezza sul lavoro, Anmil si presenta durante il Consiglio comunale, Trasatti: “Grazie per l’impegno che li contraddistingue”

FERMO - Al termine Anmil ha auspicato di “poter aprire un tavolo di lavoro con il Vice Sindaco Torresi e gli Assessori Cerretani e Giampieri, per implementare un progetto che possa interessare trasversalmente sia il mondo del lavoro che della scuola, perché è proprio dalla scuola che dobbiamo partire se vogliamo far crescere la cultura delle sicurezze e far diminuire gli infortuni”.
Print Friendly, PDF & Email

In vista della 71° giornata nazionale in ricordo delle vittime sul lavoro, il tema della sicurezza sul lavoro ha aperto l’assise del Consiglio Comunale del 30 settembre scorso, il primo a cui ha preso parte, dall’assunzione dell’incarico, il nuovo Segretario Comunale del Comune di Fermo dott. Dino Vesprini.

Accogliendo la proposta del Presidente dell’Anmil di Fermo Marcello Luciani, il Presidente del Consiglio Comunale Francesco Trasatti, prima della trattazione dei vari punti all’ordine del giorno, ha dato la parola al Presidente Luciani per presentare l’attività dell’associazione fermana.

“Il tema della sicurezza sul lavoro è in questi giorni di stretta e drammatica attualità, alla luce dei tanti fatti di cronaca che si stanno purtroppo annoverando – ha detto il Presidente Trasatti – con questo breve ma sentito momento concesso all’Anmil anche il Consiglio Comunale vuole sensibilizzare su questo tema, vuole contribuire a creare coscienze e senso civico sulla prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro affinché se ne parli e se ne tratti tutto l’anno e non in particolare momenti. Ringraziamo l’Anmil di Fermo per l’attività e l’operosità che con dedizione e impegno la contraddistingue in questo percorso tutti i giorni nel nostro territorio”.

In particolare, nel corso del suo intervento il Presidente Anmil di Fermo Marcello Luciani (FOTO) ha ricordato che “l’Anmil nazionale promuove il 10 ottobre in tutta Italia e nelle varie provincie della nostra regione, una serie di manifestazioni per ricordare i caduti nei luoghi di lavoro e per creare un focus importante sulla prevenzione”. Quindi ha illustrato “il progetto “Scuola della Testimonianza” di ANMIL, ovvero un insieme di attività formative attraverso le quali ANMIL forma dei testimonial in grado di diffondere con passione, competenza ed una innovativa ed articolata metodologia, la cultura della sicurezza o meglio la cultura delle sicurezze, nel mondo del lavoro, nella scuola e nella vita di tutti i giorni. La Regione Marche è la prima in Italia che ha firmato un protocollo di Intesa con ANMIL, per la promozione e la diffusione della cultura delle sicurezze. Grazie a questo protocollo, la Regione ha stanziato un fondo che ha permesso di realizzare un corso di formazione professionalizzante. In tutto il territorio marchigiano, con questo primo corso sono stati formati e qualificati 15 Testimonial Formatori della Sicurezza e ben 7 sono del territorio fermano.

Al termine ha anche auspicato di “poter aprire un tavolo di lavoro con il Vice Sindaco Torresi e gli Assessori Cerretani e Giampieri, per implementare un progetto che possa interessare trasversalmente sia il mondo del lavoro che della scuola, perché è proprio dalla scuola che dobbiamo partire se vogliamo far crescere la cultura delle sicurezze e far diminuire gli infortuni”.

Al termine la breve e importante testimonianza del Testimonial Formatore per la Sicurezza Luigi Vita..


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti