facebook twitter rss

Powerlifting, il Fermano c’è: Alberico e Paniccià in trionfo Tricolore

SOLLEVAMENTO PESI - Gli atleti riconducibili a coach Piattoni protagonisti alla 18esima Coppa "Bertoletti", andata in onda a San Zenone al Lambro, in provincia di Milano. Alla competizione organizzata dalla relativa Federazione, due ori di categoria ed altrettanti trofei quale nutrito bottino maturato dal trio riconducibile alla nostra provincia
Print Friendly, PDF & Email

Alberico, Paniccià e coach Piattoni con il nutrito bottino a tinte tricolori maturato nelle gare nazionali svolte ieri in provincia di Milano

di Redazione

 

FERMO – E’ stata una domenica segnata dal trionfo quella vissuta ieri, 10 ottobre.

A San Zenone al Lambro, in provincia di Milano, si è disputata la 18° edizione della Coppa “Bertoletti”, tappa riconducibile alla Federazione Italiana Powerlifting, prestigiosissima competizione nazionale per la disciplina del sollevamento del peso.

In tale contesto agonistico, si sono distinti due atleti fermani, entrambi allenati da coach Marco Piattoni. Simone Alberico, Appuntato afferente all’Arma dei Carabinieri in servizio alla stazione di Montegiorgio, è stato lesto nel conquistare l’oro nella categoria -93 kg, attrezzata con 232.5 kg sollevati.  Lo stesso poderoso atleta ha persino sfiorato il record nazionale, sollevando 248.5 kg, sforzo vanificato dal controllo al replay per un piccolissimo errore nell’esecuzione. L’atleta con la sua alzata ha conquistato però la giuria, che lo ha premiato anche con la coppa per miglior alzata equipped ed in qualità di miglior atleta senior della competizione, tutto in considerazione dell’enorme peso sollevato.

Con lui, dalla nostra provincia, Alessandro Paniccià, giovane atleta classe ’97 iscritto nella categoria -66 kg Classic, a farsi largo con un sollevamento di 137.5 kg valso il primo gradino del podio piazzandosi, con un’attenta strategia di gara, ben 7.5 kg sopra al secondo classificato. La delegazione del Fermano, guidata dal trainer Piattoni, rientra quindi a casa con due ambiti ori italiani e due coppe, bottino che esalta il territorio e, soprattutto, imprime all’ambiente tanto entusiasmo. Uno sprono, inoltre, per coinvolgere sempre più atleti in uno sport sano, ricco di disciplina e dove la scuola fermana, dati alla mano, ha praticamente molto da dire nell’interno contesto della Penisola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti