facebook twitter rss

San Crispino sfida il meteo e trionfa, un successo il concerto di Neri Marcorè, Canzonetta: “Il più bel segnale di ripartenza”

PORTO SANT'ELPIDIO - Canzonetta e gli organizzatori: "Sono stati giorni intensi con un meteo avverso, la decisione di non mollare per portare in piazza il concerto è stata da cardiopalma ma lo meritavi tu e lo meritava la tua città che ti ha accolto a braccia aperte. Sognare si può"
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Paolo Paoletti

“È stata una serata fantastica. Grazie Neri Marcorè per averci regalato questa grande emozione e aver dato il più bel segnale di ripartenza alla tua amata città e ai suoi cittadini”. Sono le parole dell’assessore agli Eventi del Comune di Porto Sant’Elpidio Patrizia Canzonetta che insieme a Mirco Catini del Comitato San Crispino, al sindaco Franchellucci e ai tanti volontari protagonisti del grande ritorno della festa del Patrono, hanno fortemente voluto, nonostante le previsioni meteo sfavorevoli, che l’evento andasse avanti. Un coraggio che è stato premiato da una serata magica che ha segnato il ritorno di Neri Marcorè su un palcoscenico, nello specifico quello della sua città,  e la ripartenza della tradizionale festa di San Crispino dopo due anni drammatici di pandemia. 

Lo stesso Marcorè, questa mattina, tramite il suo staff social, ha voluto ringraziare tutti per una serata magica: “Il primo dal palcoscenico da che la pandemia è iniziata. Il calore del pubblico, dei suoi concittadini, di tanti che con lui avranno frequentato le scuole, trascorso pomeriggi spensierati , serate fuori. Insomma quando cresci in un luogo e trascorri lì momenti felici con la tua famiglia, puoi in seguito trasferirti in altre città, ma casa tua resterà per sempre la stessa. Casa dolce casa. Sentiti ringraziamenti a tutti coloro che hanno riempito la piazza, agli organizzatori, al Comune e al nostro amatissimo Teatro delle Api”.

Tutto si è svolto nel miglior modo possibile. Inizialmente le prenotazioni dei posti a sedere in Piazza Garibaldi erano state prese nella stessa misura della capienza del Teatro delle Api, sede alternativa del concerto in caso di maltempo. Venerdì sera, arrivato il momento di prendere la decisione, amministrazione e organizzatori non se la sono sentita di rinchiudere un evento collettivo di speranza per tutta la città in uno spazio limitato che avrebbe escluso molti concittadini e fans arrivati da tutte le Marche e non solo. Così la scelta coraggiosa: il concerto si farà solo in Piazza, se piove si annulla e si rinvia. Ieri mattina sono stati aggiunti nuovi posti a sedere, sono state riaperte le prenotazioni esaurite in poche ore. Poi l’attesa. La pioggia della mattinata e la speranza del pomeriggio. Alla fine è stato un trionfo, frutto anche del coraggio di una scelta sicuramente non facile. Chi non ha trovato posto a sedere ha potuto assistere lo stesso al concerto da dietro le transenne.

Emozione finale con una targa donata dal Sindaco Franchellucci, dall’Assessore Canzonetta e da Mirco Catino al loro concittadino.

“Lo abbiamo voluto, sognato immaginato e atteso ma, ciò che ci hai regalato è andato oltre ogni nostra aspettativa – aggiunge Patrizia Canzonetta –  Sono stati giorni intensi con un meteo avverso, la decisione di non mollare per portare in piazza il concerto è stata da cardiopalma ma lo meritavi tu e lo meritava la tua città che ti ha accolto a braccia aperte. Sognare si può”.

 Tutto è pronto per la prossima sfida, quella di domenica prossima, 31 ottobre, con il secondo grande ritorno, quello della fiera, dalle 7 del mattino alle 20. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti