facebook twitter rss

La Videx centra il tris, espugnato Fano in quattro set

SERIE A3 - La compagine di coach Ortenzi conquista il derby al tie break, violando il PalaAllende della Vigilar e collezionando la terza vittoria in altrettanti match di campionato disputati. E domenica si torna a Grottazzolina, alle 17.00 la sfida alla ViviBanca Torino
Print Friendly, PDF & Email

 

FANO (PU) – Sono tre su tre. Al PalaAllende la banda di coach Ortenzi porta a casa altri tre punti dopo quasi due ore di gioco. Stabrawa (28 punti) non basta per evitare il terzo ko consecutivo ai virtussini.

Padroni di casa in campo con Zonta-Stabrawa, Nasari e Gozzo in attacco, Bartolucci e Ferraro al centro e Cesarini libero. Coach Ortenzi schiera Marchiani-Giacomini, Vecchi e Mandolini laterali, Cubito e Focosi al centro e Romiti a gestire le operazioni di seconda linea.

IL TABELLINO

VIGILAR FANO 1: Nasari 8, Roberti ne, Sorcinelli ne, Zonta 1, Bartolucci 10, Carburi ne, Stabrawa 28, Chiapello, Cesarini (L1), Ferraro 3, Galdenzi, Bernardi ne, Gori (L2) ne, Gozzo 18. All. Pascucci

VIDEX GROTTAZZOLINA 3: Giacomini 9, Cubito 16, Vecchi 19, Focosi 13, Pison, Cascio ne, Nielsen ne, Lanciani, Mandolini 17, Perini ne, Marchiani 2, Mercuri (L2) ne, Romiti R. (L1). All. Ortenzi

ARBITRI: Clemente e Feriozzi

PARZIALI: 21-25, 20-25, 30-28, 22-25

NOTE: Vigilar Fano: 20 errori in battuta, 4 ace, 5 muri vincenti, 66% in ricezione (42% perf), 52% in attacco. Videx Grottazzolina: 12 errori in battuta, 5 ace, 12 muri vincenti, 73% in ricezione (34% perf), 60% in attacco

LA CRONACA

Buon approccio di gara per Vecchi e compagni, che prendono a condurre il gioco grazie alle scorribande di Cubito e Focosi: il giovane classe 2000 battezza il turno al servizio con un ace e fa la voce grossa a muro stoppando a più riprese le incursioni dei virtussini (6-8). Ferraro e compagni riacciuffano il pari con il pallone out di Mandolini (10-10) ma Grottazzolina non si scompone e riprende a macinare gioco. Il primo tempo di Cubito ricaccia indietro i locali, Mandolini colpisce dai nove metri (11-14) e costringe coach Pascucci al primo time-out della gara. La sosta non giova ai locali perché Vecchi va a segno con un mani-out e Focosi timbra nuovamente il cartellino con un muro dei suoi: è il massimo vantaggio ospite (13-17). Fano si aggrappa a Stabrawa ma il capitano grottese è ancora protagonista e conquista la prima di tre setball prima del colpo fuori-misura dell’opposto polacco che manda in archivio il primo set (21-25).

Al rientro in campo il match è più equilibrato. Focosi va a segno con un monster block su Bartolucci (6-7). Stabrawa colpisce in lungolinea e Gozzi fa centro dai nove metri (11-9). Coach Ortenzi ferma il gioco ed i suoi tornano in carreggiata: Mandolini va a segno in pipe e Vecchi registra il suo primo squillo dai nove metri (15-17). Fano prova ad accorciare ma il finale di set è sempre nel segno del capitano grottese, suo il tris di segnature che indirizza in maniera determinante il parziale (19-23). Focosi prima ed il pallone out di Stabrawa poi permettono a Grottazzolina di chiudere con un comodo (20-25).

Il terzo set si apre nel segno di Marchiani: palleggio ad una mano per la sferzata vincente di Giacomini e muro-punto che vale il doppio vantaggio (3-5). Stabrawa accorcia in pallonetto ma la Videx allunga di nuovo con Cubito (12-15). Sembra un parziale sulla falsa riga dei precedenti ma proprio in fase centrale Fano riemerge con i colpi di Bartolucci e Stabrawa, polverizza il gap di quattro punti e riapre tutto (19 pari). Coach Ortenzi corre ai ripari e sospende il gioco ma il finale diventa una lotta punto a punto e l’occasione di chiudere la gara poco alla volta sfugge dalle mani della Videx. Stabrawa è una sentenza e nega a più riprese il set-point agli ospiti prima del doppio errore di Vecchi che consente a Ferraro e compagni di riaprire la partita (30-28).

Non è ancora finita. Il Palas Allende ora è in fiamme e i padroni di casa, sulla scia dell’entusiasmo, provano a spostare l’inerzia del match dalla loro parte. Gozzo e Nasari rispondono a Mandolini e Cubito (5-4). La Vigilar prova a mettere pressione al gruppo di coach Ortenzi ma capitan Vecchi trasforma in oro un pallone complicato e riporta avanti i suoi (8-9). Il solito Stabrawa tiene sul pezzo i suoi ma in fase centrale di set arriva il primo strappo di marca grottese: Marchiani sorprende i locali con un appoggio di seconda intenzione e Mandolini centra l’ace del momentaneo 13-16. Fano non si arrende: apre Stabrawa mentre Nasari va a segno dai nove metri, ferma Giacomini a muro e trova ancora una volta l’aggancio (20 pari). E’ un finale al cardiopalmo: Cubito (16 punti, 76% in attacco) risponde a Gozzo e i tifosi grottesi esplodono quando Vecchi blocca Stabrawa a muro e concede ai suoi due jolly per chiudere definitivamente la partita (22-24). Ci pensa Mandolini con una sferzata dai nove metri a tingere di gialloblu il derby che vale il terzo successo consecutivo (22-25). Domenica 31 ottobre (eccezionalmente alle ore 17.00) si torna al PalaGrotta per la sfida alla ViviBanca Torino.

LE DICHIARAZIONI

Il fascino del derby, il fascino di una sfida che tornava a distanza di vent’anni dall’ultima volta. Fano e Grottazzolina non hanno tradito le attese, dando vita ad un match vivace, equilibrato e ricco di agonismo, dentro e fuori dal campo. Dopo un terzo set in versione “thrilling”, conquistato ai vantaggi dai padroni di casa, l’inerzia del gioco sembrava poter cambiare le sorti del match. Fano ha provato a sfruttare il momento e la spinta del pubblico del PalaAllende ma Vecchi e compagni non si sono scomposti, hanno ripreso a giocare come se nulla fosse cambiato e con qualità e sangue freddo hanno centrato l’ennesimo successo.

“Abbiamo fatto una grandissima partita – ha dichiarato coach Ortenzi -. Sapevamo che Fano avrebbe dato il 110% e dovevamo essere disposti a giocare punto a punto, restando sempre attaccati al match ed accettando che gli avversari potessero metterci in difficoltà in alcuni momenti. Per tutta la partita abbiamo tenuto un livello di cambio-palla e di servizio veramente alto, guadagnandoci molte occasioni per chiudere ogni set a nostro vantaggio. Nonostante un terzo set finito in maniera un po’ rocambolesca, i ragazzi sono stati bravi a restare lucidi nel quarto parziale ed a portare a casa il risultato”.

Ottima la prestazione del gruppo in attacco, con una menzione speciale per chi, chiamato dalla sorte ad un battesimo di fuoco, partita dopo partita, sta dimostrando di meritare un palcoscenico all’altezza della serie A: “Giacomini sta facendo molti passi in avanti – ha aggiunto il coach grottese -. Ha mostrato grande concentrazione per tutta la partita, è stato anche lui protagonista di una prestazione importante e sono davvero contento per lui”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti