facebook twitter rss

Dopo il furto della bici la colluttazione col proprietario: giovane bloccato e arrestato per rapina dal Radiomobile

FERMO - Il tempestivo intervento dei carabinieri ha consentito di mettere in sicurezza innanzitutto il proprietario della bici e di procedere poi, nei confronti di un nordafricano di circa 20 anni, all’arresto in flagranza del reato di tentata rapina, per il quale il giovane è stato accompagnato presso gli uffici della compagnia carabinieri di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

I carabinieri della sezione Radiomobile di Fermo, presenti sul territorio della compagnia di Fermo h24, hanno piazzato l’ennesimo bel risultato di servizio. Nella notte sono intervenuti a Lido Tre Archi, dove era stato segnalato il furto di una bicicletta da un condominio in via Girardi. Gli uomini a bordo della gazzella, giunti tempestivamente sul posto, hanno iniziato a pattugliare la zona,  rintracciando immediatamente, poco distante dal luogo dove era stato commesso il furto, un giovane nordafricano che aveva ingaggiato una colluttazione con il proprietario della bicicletta, al fine di fuggire.
Intervenuti subito, gli uomini dell’Arma, non con poche difficoltà, sono riusciti ad immobilizzare l’extracomunitario, accertando che l’uomo, pochi minuti prima, era penetrato all’interno di uno dei garage di pertinenza delle abitazioni condominiali in via Girardi, da cui aveva prelevato la bicicletta.

“Il proprietario, uditi alcuni rumori ed affacciatosi dal terrazzo del proprio appartamento – la ricostruzione dei fatti fornita dai carabinieri – aveva notato il ladro allontanarsi in sella alla sua bicicletta. Al quel punto, dopo aver chiamato il numero unico di emergenza 112, si è lanciato all’inseguimento del ladro, raggiungendolo poco lontano. Ma questi, anziché rassegnarsi e restituire la bici, ha ingaggiato una violenta colluttazione al fine di sottrarsi alla cattura. Come detto, il tempestivo intervento dei carabinieri ha consentito di mettere in sicurezza innanzitutto il proprietario della bici, e di procedere poi, nei confronti del nordafricano di circa 20 anni, all’arresto in flagranza del reato di tentata rapina, per il quale il giovane è stato accompagnato presso gli uffici della compagnia carabinieri di Fermo.
“La persona offesa, a seguito della colluttazione, ha riportato una contusione al ginocchio ed alcune ferite alla mano ed al volto, giudicate guaribili con prognosi di cinque giorni salvo complicazioni. All’esito di tutti gli accertamenti volti all’esatta ricostruzione dei fatti, l’extracomunitario è stato accompagnato presso la casa circondariale di Fermo, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Fermo, su richiesta della  Procura della Repubblica, che concordava con le risultanze investigative raccolte dai carabinieri, ha convalidato l’arresto applicando al soggetto la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Fermo. L’intervento tempestivo dei militari del Radiomobile di Fermo, ancora una volta, oltre ad assicurare un malvivente alla giustizia, ha probabilmente evitato, per il coraggioso proprietario della bicicletta, conseguenze ben più gravi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti