facebook twitter rss

“Torre di Palme diventa MaskFree, residenti virtuosi ma troppe mascherine sui sentieri”

FERMO - Roberto Cameli, presidente di Questione Natura: "L’appello che lanciamo, specialmente a chi visita questi sentieri incantanti di cui le Marche sono piene, è di rispettarli e di unire le forze per avere un mondo più pulito, dove la sfida interna ad ognuno di noi dovrebbe essere l’amore e il rispetto del prossimo e di ciò che per diritto appartiene a tutti: la natura"
Print Friendly, PDF & Email
“Torre di Palme diventa MaskFree”. E’ quanto rimarcano con orgoglio quelli di Questione Natura con, in testa, il presidente Roberto Cameli.
“Siamo stati in uno dei paesi più belli di tutta la penisola italiana che gode di una vista suggestiva sulla costa e il mare Adriatico, ed è ricca di alberi, piante e giardini: insomma un paradiso terrestre dalle sfumature verde e blu. Girando prima per il sentiero naturalistico ‘Bosco del Cugnolo’ e poi per le vie del borgo, frazione del Comune di Fermo, abbiamo trovato e raccolto da terra solamente 18 protezioni individuali anti Covid-19 e quindi vogliamo ringraziare di cuore i suoi 670 abitanti per amare il loro posto nel mondo”.
“Quello che ci ha fatto storcere il naso – specifica, però, Cameli – è stato il fatto che la maggior parte delle mascherine l’abbiamo trovata per i sentieri naturali che circondano il bellissimo territorio di Torre di Palme, molto frequentato da turisti, anche nostrani. Addirittura c’era una mascherina lasciata appositamente appesa ad un albero ‘vista mare’, un gesto dispettoso e privo di significato. Quindi l’appello che lanciamo, specialmente a chi visita questi sentieri incantanti di cui le Marche sono piene, è di rispettarli e di unire le forze per avere un mondo più pulito, dove la sfida interna ad ognuno di noi dovrebbe essere l’amore e il rispetto del prossimo e di ciò che per diritto appartiene a tutti: la natura. Abbiamo fatto tre uscite per questo splendido paesino e continueremo a visitarlo incessantemente.
A presto, Questione Natura, questione di priorità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti