facebook twitter rss

Sutor di nuovo alla Bombonera, nel mirino la sfida contro Imola

SERIE B - Dopo due trasferte consecutive la compagine di coach Baldiraghi, risolte le questioni logistiche del palace calzaturiero, torna finalmente in casa per affrontare, domenica, l’Andrea Costa. Il pensiero della vigilia con l’ex di turno, Alessandro Alberti
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – Dopo due trasferte consecutive, che hanno portato in dote i due punti conquistati a Roma contro la Luiss, la Sutor Montegranaro finalmente torna a giocare alla Bombonera dove domenica, ore 18.00, affronterà l’Andrea Costa Imola.

Una partita difficile per i ragazzi di Baldiraghi, che si troveranno di fronte una compagine giovane che è riuscita a vincere quattro delle prime cinque partite stagionali. La squadra gialloblù si è allenata bene in settimana per preparare al meglio la sfida, che diventa del tuttoimportante anche per sfatare il tabù dei successi interni. Arbitreranno Mirko Picchi di Ferentino (Frosinone) e Silvio Faro di Tivoli (Roma).Con l’ex Alessandro Alberti (foto) il punto della situazione.

Alberti, che partita potrà essere contro la sua ex squadra?

“Sia per me che per la squadra, sarà una sfida molto importante. Vogliamo fare bene all’esordio alla Bombonera davanti ai nostri tifosi. Credo che si tratti di una gara molto fisica contro una squadra che riesce a metterti pressione. Noi vogliano vincere perché in questa occasione sono davvero molto importanti i punti in palio”.

Lei conosce molto bene Imola per averci giocato tre anni, due in Legadue e uno in serie B. La sorprende questo ottimo avvio della sua ex squadra?

“No, perché stiamo parlando di una squadra che ha voglia di giocare insieme, sono molto uniti e in campo ci mettono molta energia. Pur essendo giovani, questa è un team costruito per poter lottare su ogni campo”.

Che gara potrà essere a livello tecnico e tattico?

“Credo che sarà una partita che si giocherà a ritmi molto elevati perché sono due squadre che preferiscono correre senza fermare mai la palla. Credo che sarà una contesa molto bella”.

Dove la Sutor deve migliorare rispetto alla sfida giocata con Teramo?

“Dobbiamo cercare di passarci di più la palla ed essere tutti coinvolti. In più, fare canestro che è una cosa che ci sta mancando. In difesa ci proponiamo bene e dovremo cercare, anche contro Imola, di proporre qualcosa di importante anche nell’assetto difensivo”.

Da ex, visto che ha vestito per tre anni la maglia di Imola, come sta vivendo queste ore che precedono il match?

“Sarà per me molto difficile giocare contro la mia ex squadra visto che sono amico di tanti giocatori e conosco anche lo staff tecnico. Sono motivato per far sì che la Sutor possa conquistare i due punti in palio. Non vedo l’ora che arrivi domenica”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti