facebook twitter rss

Serie D, Eccellenza e Promozione: l’analisi della giornata calcistica dei club del Fermano

CALCIO - In quarta serie successo di rimonta per il Montegiorgio, a piegare internamente il Fano nel derby tra corregionali. Nel massimo circuito marchigiano successo domestico per il Porto Sant'Elpidio e pari esterno per la Sangiustese, con confermata nota dolente data dal San Marco Servigliano, battuto in casa al cambio di guida tecnica. Nel secondo palcoscenico regionale poker di successi per le quattro portacolori di provincia, sorridono infatti Monterubbianese, Monturano Campiglione, Futura 96 e Palmense
Print Friendly, PDF & Email

Il calcio d’inizio di Montegiorgio-Fano, derby regionale valido per il calendario di Serie D, girone F. Fonte, profilo Facebook rossoblù

 

di Redazione

FERMO – Derby tra corregionali quello andato in onda al “Tamburrini” di Montegiorgio. Padroni di casa e Fano hanno infatti dato vita all’ottava giornata del circuito di Serie D, match chiuso in favore dei padroni di casa grazie ad un 2-1 di rimonta.

L’undici di mister Eddy Mengo è sceso in campo sulle solide garanzie tattiche date dal canonico 4-3-1-2, con Gagliardini confermato tra i pali, De Meio e Puca fare la guardia centralmente, Diouane a spingere sulla corsia di destra e Montanari a fungere da stantuffo sulla parte opposta. Perno del gioco sulla mediana incarnato da capitan Omiccioli, Ruci e Zancocchia mezz’ali con Rigen incaricato di cucire il gioco tra centrocampo ed attacco, tandem avanzato incarnato da Spagna ed Albanesi.

Repentino vantaggio fanese, a passare alla prima azione costruita grazie a Casolla. Padroni di casa a mettere poi sul piatto tante occasioni da rete, senza però pervenire ad un meritato pareggio. Nell’economia del primo tempo ecco infatti a bilancio i tentativi firmati Rigen, Spagna, Zancocchia ed Albanesi, ma la rete è una merce disponibile solo nella ripresa. Secondo tempo, infatti, azzannato subito dai rossoblù, con il centro dell’1-1 giunto al minuto 55 con lo spunto di capitan Omiccioli, a disegnare una traiettoria da calcio d’angolo tradotta nel sacco fanese dalla testa di De Meio, nella circostanza ad agire da classica torre in proiezione offensiva. La rete della definitiva rimonta arrivava a dieci dalla fine, con una sbavatura della retroguardia amaranto capitalizzata al meglio da Spagna, a trafiggere l’estremo ospite con un mancino tagliente. Con il successo di giornata i rossoblù salgono a quota 10 punti, abbandonando, dopo un avvio stentato di campionato, la zona playout della classifica.

 

Atletico Azzurra Colli e Sangiustese in campo a Colli del Tronto (AP) per la gara del campionato regionale di Eccellenza. Fonte, profilo Facebook rossoblù

Virando lo sguardo analitico sull’Eccellenza, nuova battuta d’arresto per il San Marco Servigliano, regolato in casa dal perentorio 0-3 imposto dalla capolista Vigor Senigallia. Nessun beneficio immediato, dunque, in casa biancoblù dal cambio di guida tecnica, con l’arrivo in settimana di mister Luca Pavoni al posto del partente di stagione, Giovanni Ciarlantini. A fungere da chiave di lettura, però, il fatto che sia stato il classico incrocio da testa-coda, con gli oggettivi risvolti del caso acuiti dal fatto che il neo tecnico è giunto solo da qualche giorno al timone serviglianese. Sorride sul prato amico, invece, l’Atletico Porto Sant’Elpidio, grazie al 2-1 del triplice fischio costruito con la doppietta di Tenkorang. A Collli del Tronto (AP), pari tra Atletico Azzurra Colli e Sangiustese, con il collettivo maceratese domiciliato a Montegranaro a chiudere il confronto sull’1-1 (rete di Iori).

Sangiustese stessa che, in virtù del punto, sale a 12 gettoni di classifica, staccandosi leggermente dalla zona nobile; un gradino sotto Atletico Porto Sant’Elpidio, dunque ad 11, primo collettivo ricompreso nella griglia playout. Desolatamente sul fondo, con un quoziente di lista pari a zero, il San Marco Servigliano.

In Promozione colpo esterno della sempre più sorprendente Monterubbianese, ad espugnare il campo piceno di Centobuchi per 0-1 grazie al centro firmato Di Gennaro. Successo con stesso parziale per il Monturano Campiglione, a piegare in casa la Civitanovese del nuovo corso targato mister Roberto Vagnoni, subentrato al dimissionario Roberto Buratti, in un match concluso con l’1-0 di Domi. Sorrisi anche per Palmense e Futura 96, con i rivieraschi a battere sul fondo di gioco proprio e con un rotondo 3-0 (doppietta di Iovannisci e rete di Pistelli) il Montecosaro, e la portacolori del quartiere fermano di Capodarco ad imporsi, nel mentre, sulla capolista Chiesanuova per 2-0, per una vittoria al “Postacchini” decretata da Mannozzi e Bianchini.

L’ossigeno di classifica dato dal poker di vittorie fermane delinea un rinnovato quadro che vede la Monterubbianese nel cuore dei playoff con 18 punti, Futura 96 e Monturano Campiglione leste ad inseguire a quota 15. Palmense a ridosso della palude con un patrimonio di graduatoria quotato 10.

 

 

Articolo correlato: 

Serie D, Eccellenza e Promozione: l’analisi della giornata calcistica dei club del Fermano


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti