facebook twitter rss

Nasce al San Carlo il primo laboratorio di Lingua dei Segni Italiana per bambini e ragazzi

FERMO - “Sono davvero felice di questa collaborazione con la sezione provinciale dell’Ente Nazionale Sordi Onlus – dice don Michele, direttore del San Carlo – perché vedo in qualche modo realizzarsi un sogno che ho fin da quando ero ragazzo"
Print Friendly, PDF & Email

Nuova ed interessante proposta targata San Carlo. Dall’incontro con l’Ente Nazionale Sordi Onlus-APS, Sezione Provinciale di Ascoli Piceno-Fermo e grazie al contributo dell’8xmille alla Chiesa Cattolica, nasce al Ricreatorio San Carlo il 1° laboratorio di Lingua dei Segni Italiana per bambini e ragazzi dagli 8 ai 15 anni.

“Sono davvero felice di questa collaborazione con la sezione provinciale dell’Ente Nazionale Sordi Onlus – dice don Michele, direttore del San Carlo – perché vedo in qualche modo realizzarsi un sogno che ho fin da quando ero ragazzo. Ho sempre avuto una forte attrazione per la lingua dei segni, che vedevo come interessante strumento per abbattere barriere e dialogare con tutti, senza escludere nessuno: con questo primo laboratorio, il San Carlo farà un passo in avanti verso l’inclusione, l’incontro e la sensibilizzazione alla LIS fin da bambini”.

Dal 16 novembre al 21 dicembre, ogni martedì dalle 16.30 alle 18.30, al San Carlo sarà possibile “dialogare” con l’esperta sorda madrelingua LIS Serena ed imparare a muovere i primi passi nella lingua dei segni. Sarà obbligatorio iscriversi telefonando al n. 3403758917. Ad arricchire la pubblicità della proposta, l’SP ENS Ascoli-Fermo ha realizzato anche un video visibile sui canali social del Ricreatorio San Carlo per il quale si ringrazia l’attore, Riccardo Moreschini, i video maker Baldeon Geovanny e Traini Andrea e Sara Brunellini del servizio interpretariato.

“Dal 16 novembre – conclude don Michele – il San Carlo si arricchirà di un nuovo servizio: il 1° laboratorio della LIS si va infatti ad aggiungere al servizio di aiuto compiti gratuito offerto dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 18.30 ai bambini e ragazzi dai 7 ai 17 anni. Aiuto compiti ma anche attività, laboratori e divertimento possibili grazie alla collaborazione dei giovani del Servizio Civile Caritas, Progetto Oratori (per bambini e ragazzi dai 6 agli 11 anni) ed alla collaborazione con la coop. Il Faro di Macerata ed il Progetto GOALS (per ragazzi dai 12 ai 17 anni), da anni sostenitore di alcune attività del Ricreatorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti