facebook twitter rss

Ok alla gara d’appalto per la pista d’atletica in via D’Annunzio: la Giunta approva il progetto esecutivo da 450.000 euro

PORTO SAN GIORGIO - “E’ un intervento atteso da decenni – tiene a sottolineare il sindaco Nicola Loira – riqualifica la struttura e ridà dignità alla ‘regina degli sport’. La struttura, appena sarà recuperata e certificata dalla Fidal, potrà essere di beneficio alle società"
Print Friendly, PDF & Email

 

 

La Giunta Loira ha dato il via libera all’iter che porterà alla realizzazione della nuova pista d’atletica del campo sportivo di via D’Annunzio. E’ stato approvato ieri il progetto esecutivo per l’esecuzione delle opere per un importo di 450.000 euro. Nei prossimi giorni sarà indetta la gara d’appalto.

L’intervento include opere migliorative alla struttura rendendola sicura ed altamente funzionale in vista della stagione agonistica del nuovo anno. L’intenzione espressa nel progetto è quella di omologare la struttura per la massima categoria di gare agonistiche. Alla riqualificazione del tracciato esistente verranno realizzati il percorso siepi, le pedane del salto in alto, del giavellotto, del peso e del disco-martello, anche in accordo con le società sportive.

L’impianto è l’unica struttura nel territorio comunale che è potenzialmente in grado di consentire la pratica di tutte le discipline dell’atletica leggera.

I tecnici hanno rilevato anche lo stato del terreno e ritenuto necessario procedere col rifacimento del sottofondo e l’esecuzione di un manto sintetico circondato dal nuovo impianto di raccolta delle acque meteoriche.

“E’ un intervento atteso da decenni – tiene a sottolineare il sindaco Nicola Loira – riqualifica la struttura e ridà dignità alla ‘regina degli sport’. La struttura, appena sarà recuperata e certificata dalla Fidal, potrà essere di beneficio alle società. La capacità di poter offrire un impianto completamente rinnovato sarà di essenziale traino anche per quel turismo che procede di pari passo con le pratiche di alcune specialità olimpiche”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti