facebook twitter rss

Stella Michelin a Nikita Sergeev con L’Arcade: “Che soddisfazione, percorso difficile ma ricco. I rosiconi? Mi hanno dato più forza”

PORTO SAN GIORGIO - Lo chef: "La stella è un ringraziamento ed uno stimolo ulteriore per i ragazzi che lavorano con me. Sono stati tanti in questi anni e ognuno di loro ha aggiunto un tassello al mosaico che oggi si è completato. Ma già da domani, e lo sappiamo bene, ci accorgeremo che il campo si è allargato e ci sarà da aggiungere altri pezzi e completare il puzzle nuovo"
Print Friendly, PDF & Email

“Certo che esprimere a pieno ed in due parole le emozioni che mi riempiono in questo momento è quasi impossibile. Oggi 23 novembre 2021 L’Arcade riceve la sua prima stella Michelin.
È stato un percorso lungo e parecchio tortuoso. Pieno di ostacoli e pregiudizi. Ma ricco e colorato per quella passione che ci mettiamo ogni giorno. Per me la stella è una soddisfazione ovviamente, me la porterò cucita sulla giacca. Ma l’obiettivo di avere una stella Michelin non deve diventare mai una nuda ed egoistica ossessione”. E’ il primo commento a caldo del neostellato chef Nikita Sergeev, patron de L’Arcade che oggi, appunto, a Franciacorda, ha ricevuto la sua prima stella Michelin.

“La stella è un ringraziamento ed uno stimolo ulteriore per i ragazzi che lavorano con me. Sono stati tanti in questi anni e ognuno di loro ha aggiunto un tassello al mosaico che oggi si è completato. Ma già da domani, e lo sappiamo bene, ci accorgeremo che il campo si è allargato e ci sarà da aggiungere altri pezzi e completare il puzzle nuovo. Non sono una persona leggera in cucina, ma sempre obbiettivo, a volte compulsivo, non è semplicissimo lavorare con me. Perciò ringrazio innanzitutto chi sta con me a contatto quotidianamente e chi in questi ultimi momenti aveva le stesse emozioni guardando il telefono, i miei ragazzi di cucina e sala, il sous chef Riccardo Lupi che mette davvero stessa passione mia in quello che fa. Il mio maître Leonardo Niccià per la pazzia che condividiamo per il nostro mestiere, per essere certe volte mia bussola, che mi riporta senza troppi fronzoli sulla giusta prua. Grazie alla mamma e al papà, oltre alla mia famiglia, che hanno sempre fatto tutto nella loro vita per fare migliore la mia, sono fiero di questa cosa. Ringrazio Francesco Pettorossi che mi sopporta e supporta sgravandomi da tutte le questioni, non creative, del Banco 12. Una parola va d’obbligo ai miei amici diventati tantissimi, alla ‘famigghia’. Sono grato ai miei colleghi che hanno sinceramente tifato per noi. Sono grato anche a quelli che invece rosicavano: mi avete fatto diventare più forte e determinato. Ringrazio miei fornitori e collaboratori esterni. Ed infine i miei clienti che ogni giorno varcando la porta dell’Arcade ci permettono di aprirla il giorno dopo. Oggi è martedì, la sala stasera è quasi piena. Domani e dopodomani come di consueto ci riposiamo un po’. Per riaprire venerdì 26 a pranzo: saremo sempre stessi ragazzi ma con le ali un po’ più grandi. Veniteci a trovare”.

Stelle Michelin a Retroscena e L’Arcade: Ferracuti, Abouzaki e Sergeev nell’Olimpo degli chef: Porto San Giorgio capitale della cucina di qualità


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti