facebook twitter rss

“Sguardi sul fine-vita. Etiche e medicina in dialogo”: incontro-dibattito organizzato dall’Ufficio diocesano di pastorale della salute, vita e bioetica

FERMO - Il Convegno si terrà dalle 10.00 alle 12 all’Auditorium don Armando Marziali di Villa Nazareth a Fermo. Il saluto iniziale è affidato a Don Sebastiano Serafini, direttore dell’Ufficio Pastorale per la salute, vita e bioetica, Cappellano all’ospedale Murri di Fermo, e docente di Bioetica all’Istituto Teologico Marchigiano.
Print Friendly, PDF & Email

 

Durante il ciclo di incontri, “Vite intrecciate: cura, prossimità, responsabilità nel mondo della sofferenza e della cura”, organizzati dall’Ufficio Pastorale della salute, vita e bioetica dell’Arcidiocesi di Fermo è previsto un intenso incontro-dibattito su un tema attuale ed estremamente discusso: il fine-vita. Infatti, sabato 4 dicembre si terrà un Convegno diocesano intitolato: “Sguardi sul fine-vita: etiche e medicina in dialogo”.

Il Convegno si terrà dalle 10.00 alle 12 all’Auditorium don Armando Marziali di Villa Nazareth a Fermo. Il saluto iniziale è affidato a Don Sebastiano Serafini, direttore dell’Ufficio Pastorale per la salute, vita e bioetica, Cappellano all’ospedale Murri di Fermo, e docente di Bioetica all’Istituto Teologico Marchigiano. Seguirà poi il dibattito tra due esponenti di differenti visioni sul tema del fine-vita: da un lato, padre Carlo Casalone, gesuita, collaboratore nella Sezione scientifica della Pontificia Accademia per la Vita, docente di Teologia morale alla Pontificia Università Gregoriana nonché presidente della Fondazione Carlo Maria Martini; dall’altra, il dott. Eugenio Pucci, neurologo, psichiatra, coordinatore del gruppo di Bioetica e Cure Palliative della Società Italiana di Neurologia e membro della Consulta di Bioetica Onlus. Il dibattito sarà mediato dal giornalista dott. Andrea Braconi.

Per informazioni scrivere a pastoralesalute@fermodiocesi.it oppure chiamare al 348.6565361

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti