facebook twitter rss

Il comandante Marra in congedo, il saluto dell’Arma: gli succede il maresciallo Ranieri

PEDASO - A Marra succede nel comando in sede vacante della stazione carabinieri di Pedaso, il maresciallo maggiore Antonio Ranieri
Print Friendly, PDF & Email

“La compagnia carabinieri di Fermo perde un pilastro della sua organizzazione per il controllo del territorio”. Con queste parole dalla compagnia dell’Arma, guidata dal comandante Nicola Gismondi, annunciano il congedo del comandante della stazioen di Pedaso, Salvatore Marra, annunciando anche il comando temporaneo affidato al maresciallo maggiore Antonio Ranieri.

“Dopo dieci anni in cui ha retto, magistralmente, il comando della stazione carabinieri di Pedaso, dal primo dicembre il luogotenente c.s. Salvatore Marra è stato collocato in congedo.
classe ’63, leccese di origini, Marra – ricordano dalla compagnia – è giunto al suo ultimo comando forte di un’esperienza professionale di notevole spessore, nonché di una sensibilità ed un’umanità nel tratto con i cittadini ed i colleghi di ogni grado, davvero impareggiabili.
La sua lunga carriera militare, iniziata nel 1984 quale carabiniere ausiliario nella provincia di Matera, e poi in quella di Potenza, nel tempo si è distinta sempre per la grande volontà di dare il meglio di sè nel servizio per il pubblico e per il prestigio dell’istituzione, arricchendosi anche di uno scatto di elevazione professionale quando, nel 1987, è arrivato alla scuola sottufficiali di Velletri per la frequenza del corso sottufficiali.
Nel nuovo status, quindi, il suo servizio è andato avanti diversificandosi nelle esperienze, quale sottufficiale in sottordine alla stazione di Petritoli, poi al Norm di Fermo sia come capo equipaggio dell’aliquota Radiomobile, sia come addetto all’aliquota operativa.
La sua carriera è proseguita anche con una bellissima esperienza quale addetto alla sezione di polizia giudiziaria presso la procura della repubblica fermana e poi, infine, quale ultimo incarico prima di quello a Pedaso, come comandante della stazione di Montottone.
Nei tanti anni di onorato ed esemplare servizio prestato, Marra ha conseguito lusinghieri risultati operativi, soprattutto nel controllo del territorio affidatogli. Nel tempo è stato insignito di diverse onorificenze tra le quali, le più importanti, sono la medaglia mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare, la medaglia d’oro per lungo comando, la croce in oro con torre per anzianità di servizio, il nastrino in oro per i 20 anni di comando stazione, la benemerenza della protezione civile per il sisma del 2009 in Abruzzo e, infine, il nastrino al merito per l’attività svolta nell’emergenza del covid-19”.

“Il vuoto professionale, ed anche umano, che il congedo di Marra ha creato, sarà difficilmente colmabile. Di lui – rimarcano dalla compagnia dell’Arma di Fermo – ricorderemo tutti, sempre, il sorriso solare, l’estrema disponibilità e la signorilità con la quale ha affrontato ogni giorno, anche nelle situazioni più critiche, il lavoro ed il rapporto con i colleghi e con i cittadini: sempre una parola di conforto, sempre un gesto di gentilezza per tutti, mai un atteggiamento fuori dalle righe.
A lui ed alla sua famiglia i saluti affettuosi di tutti i militari dell’Arma fermana, in particolare quelli del colonnello Antonio Marinucci, suo comandante provinciale, e del tenente colonnello Nicola Gismondi, suo comandante di compagnia, per un futuro radioso e colmo di serenità. Dal suo comandante di compagnia, infine, un infinito ringraziamento per l’eccezionale contributo umano e professionale che ha saputo fornire in questi mesi trascorsi insieme. All’inestimabile Marra, succede nel comando in sede vacante della stazione carabinieri di Pedaso, il maresciallo maggiore Antonio Ranieri, al quale va tutto l’augurio per il suo incarico, affinché prosegua nel solco tracciato dal suo vecchio comandante, ed amico”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti