facebook twitter rss

Acquista una polizza assicurativa ma scopre che è farlocca: i carabinieri smascherano due uomini

MONTE URANO - Due casertani sono stati denunciati per il reato di truffa, contraffazione ed uso di marchi e segni distintivi, e sostituzione di persona
Print Friendly, PDF & Email

Vanno avanti senza soluzione di continuità le attività a tutto campo dei carabinieri della compagnia di Fermo, guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi. E ancora una volta i risultati arrivano. Sul fronte delle false assicurazioni sono stati identificati e denunciati due casertani.

I militari della stazione di Monte Urano, a conclusione di una specifica attività investigativa, condotta anche con l’esame di documentazione bancaria e riscontri effettuati con tabulati telefonici, hanno un volto ai truffatori che proponevano ad un uomo di circa 40 anni di Monte Urano, l’acquisto on line di una polizza assicurativa per il proprio ciclomotore.
L’uomo, probabilmente allettato dall’offerta particolarmente vantaggiosa, ha accettato di acquistare on line, nel mese di novembre, una polizza assicurativa. Dopo aver ricevuto la proposta di acquisto, ha eseguito un bonifico bancario di 165 euro al fine di ricevere la polizza.
Ma dopo aver ricevuto i documenti, da ulteriori verifiche risultava che il proprio ciclomotore era ancora non coperto da polizza assicurativa, motivo per cui si è subito rivolto ai carabinieri di Monte Urano, con cui ha formalizzato la denuncia.
Gli uomini dell’Arma, di concerto con l’autorità giudiziaria, hanno ricostruito, anche con l’ausilio di tabulati telefonici ed analisi della documentazione bancaria, l’intera vicenda, giungendo all’identificazione di due casertani i quali sono stati denunciati per il reato di truffa, contraffazione ed uso di marchi e segni distintivi, e sostituzione di persona. Al riguardo i carabinieri esortano la cittadinanza a prestare particolare attenzione alle lusinganti offerte commerciali, specie quelle pubblicate su internet e, nel caso di sospetti, a segnalare immediatamente ai locali comandi territoriali eventuali anomalie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti