facebook twitter rss

Piccoli talenti crescono, il racconto di Matilda Silenzi dello Scientifico ‘Carlo Urbani’ pubblicato nella raccolta Fantasy Urban

PORTO SANT'ELPIDIO - Dal liceo scientifico del Carlo Urbani: "Matilda è la dimostrazione concreta di quanto la scuola possa fornire ai giovani occasioni per crescere e per esprimere appieno se stessi. Occorre però il coraggio di credere che questo sia ancora possibile, senza mai togliere ai ragazzi il diritto di sognare provandoci sempre e comunque"
Print Friendly, PDF & Email


Il 5 dicembre a Roma, presso il Centro Congressi la Nuvola di Fuksas, nel corso della Fiera nazionale della Piccola e Media Editoria, un’alunna della classe 2B del Liceo Scientifico “Carlo Urbani” di Porto Sant’Elpidio ha visto realizzare un sogno: la pubblicazione di un suo racconto all’interno della Raccolta Fantasy Urban.

“Matilda Silenzi è una ragazza introversa e moderata, mai sopra le righe, con una travolgente passione – fanno sapere dal liceo – per la scrittura fantasy, scrittura consumata all’interno della sua camera e quasi segretata. Tuttavia, quando l’insegnante di Lettere ha comunicato in classe la possibilità di partecipare ad uno dei tanti concorsi letterari proposti dal Ministero, Matilda ha avuto il coraggio di mettersi in gioco e lo ha fatto con una grande grinta e determinazione. Ha saputo sfidare se stessa superando il pudore del giudizio altrui, in primis della sua prof. La scrittura le calza a pennello ed i suoi personaggi si muovono liberi sulle pagine a tal punto che sembrano essere usciti da un narratore esperto.
Educare vuol dire “trarre fuori”, “far emergere” la passione dei ragazzi, ciò che in fondo lo studium significa nel suo senso originario. Matilda è la dimostrazione concreta di quanto la scuola possa fornire ai giovani occasioni per crescere e per esprimere appieno se stessi. Occorre però il coraggio di credere che questo sia ancora possibile, senza mai togliere ai ragazzi il diritto di sognare “provandoci” sempre e comunque”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti