facebook twitter rss

Mancio, Gimbo e Vale: le Marche che volano alto celebrate a Castelraimondo (FOTO)

ELOGIO alla nostra regione da parte della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati che ha aperto la giornata al Lanciano Forum. Al ct della nazionale di calcio campione d'Europa è andato il Picchio d'oro, premiati anche Tamberi che si è candidato come futuro testimonial e Valentino Rossi (sul palco sua mamma). Il governatore Acquaroli mette al centro la ricostruzione: «Necessario un programma di rinascita di questi territori»
Print Friendly, PDF & Email

 

GiornataDelleMarche_FF-19-650x434

La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati consegna il Picchio d’Oro a Roberto Mancini

di Monia Orazi (Foto Fabio Falcioni)

«Bisogna continuare a sognare, anche se siamo soli a crederci, è importante avere speranza e lottare per continuare a realizzare i propri sogni». Parola di Gimbo Tamberi, premiato questa mattina insieme a Roberto Mancini e Valentino Rossi, per la “Giornata delle Marche”, tenutasi oggi al Lanciano Forum di Castelraimondo e che quest’anno ha visto lo sport come assoluto protagonista.

GiornataDelleMarche_FF-20-325x217

Il governatore Francesco Acquaroli consegna il premio speciale a Gimbo Tamberi

Il trionfo alle Olpimpiadi da anni difficili, ha detto Gianmarco Tamberi, premiato con il premio speciale del presidente della Regione: «Ho avuto anni molto difficili dopo l’infortunio, avevo tanta paura di non poter tornare ad una vita normale. Ogni singolo giorno sono andato avanti e mi sono preparato per le Olimpiadi, tutta la vita è stata concentrata per realizzare questo sogno. Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicino che mi hanno dato una pacca sulla spalla una parola di conforto».
L’attesa però è stata tutta per Mancio, il ct azzurro insignito del Picchio d’Oro 2021: «E’ un piacere essere marchigiani, credo che siamo speciali, a volte capita di essere vincenti, a volte no, l’importante è metterci passione per arrivare a dei risultati importanti – ha detto il ct campione d’Europa – Io spero che dopo tanti anni si possa tornare alla normalità, per persone che hanno sofferto e soffrono da anni dopo il terremoto, non meritano questo e vanno aiutate. A vincere ci proviamo sempre. Ho lasciato questa regione giovanissimo tanti anni fa, ma ho mantenuto legami forti con la famiglia, gli amici». E’ stato anche presentato il nuovo e affascinante spot per le Marche con Roberto Mancini testimonial e Tamberi che si candida per ricoprire quel ruolo in futuro: «Magari proprio insieme al Mancio». 

GiornataDelleMarche_FF-22-325x217

Il premio per Valentino Rossi ritirato da sua mamma, Stefania Palma,

Non è riuscito ad esserci Valentino Rossi, a ricevere il premio alla carriera la madre Stefania Palma che tra gli applausi per le imprese del nove volte campione del mondo lo ha ringraziato «per farmi finalmente diventare nonna, tutte le mie amiche lo sono da tempo. Era ora». Il mitico “46” di Tavullia ha a sua volta ringraziato le Marche con un videomessaggio.

A sintetizzare l’essenza della marchigianità è stata la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati: «La marchigianità è simbolo di successo e di eccellenza in Italia e nel mondo. Eccellenza nella cultura, grazie a un patrimonio storico-artistico di straordinaria bellezza, nell’imprenditoria, che si esprime nella capacità di coniugare abilità e competenze dei “mestieri” artigianali con le più avanzate innovazioni tecnologiche. Eccellenza nella tradizione enogastronomica, come testimonia una recente classifica internazionale secondo cui il vino bianco più buono del mondo viene proprio dalle Mrche. Eccellenza nell’impegno sociale che vede, in questa Regione, virtuosi esempi di sinergia tra pubblico e privato. Eccellenza nello sport, come dimostrano gli importanti riconoscimenti che oggi saranno consegnati al commissario tecnico Roberto Mancini, ai campioni Gianmarco Tamberi e Valentino Rossi, agli atleti olimpici e paralimpici che hanno partecipato alle Olimpiadi di Tokyo. Sono loro gli esempi che ci fanno guardare al futuro con speranza e ottimismo».

GiornataDelleMarche_FF-11-325x217

La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati:

Inevitabile, nelle parole della seconda carica dello Stato, il riferimento al terremoto che cinque anni fa ha devastato questo territorio: «Penso – e il luogo dove ci troviamo lo sottolinea con grande forza simbolica – al terribile sisma che nel 2016 ha coinvolto il 40% del territorio regionale, colpendo in particolare le province di Macerata, Ascoli Piceno e Fermo. Centinaia di vittime, migliaia di edifici pubblici e privati distrutti: una ferita profonda che ha lacerato il Paese. Ma la vostra forza, la vostra determinazione, la vostra capacità di reazione non sono state piegate. Con coraggio vi siete rialzati, dando a tutto il Paese una grande lezione di dignità e operosità. Certo, la fase complessa della ricostruzione non può dirsi terminata, ma, anche grazie all’attività di impulso e coordinamento del Commissario Straordinario, sono stati compiuti passi importanti e decisivi. Ora, la vera scommessa è valorizzare al massimo l’opportunità che ci viene offerta dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – ha aggiunto la presidente del Senato – . Un percorso che richiede una strategia di riforme strutturali, destinate ad alimentare crescita e sviluppo, come i progetti che avete recentemente approvato: dalla rigenerazione urbana di borghi, paesi e città al potenziamento di infrastrutture stradali di rilievo nazionale, sino alla riqualificazione di stazioni ferroviarie. Progetti da attuare secondo una tabella di marcia rigorosa, con uno sguardo attento al rispetto delle scadenze».

GiornataDelleMarche_FF-12-325x217

Valentina Vezzali, sottosegretario allo sport

E’ toccato poi alla sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali, pluricampionessa jesina di scherma, celebrare il senso di questa giornata tutta dedicata al merito: «Le Marche sono una grande realtà, hanno una grande storia si praticano 30 discipline sportive diverse, con oltre 4000 atleti. Noi marchigiani siamo gente caparbia e tenace, qualità mostrate in occasione del sisma. Siamo orgogliosi degli strepitosi risultati raggiunti, alcuni dei quali passeranno alla storia. Grazie al Pnrr, abbiamo l’opportunità di intervenire e avere risorse per riqualificare gli impianti sportivi e costruirne di nuovi. Lo sport e la scuola sono un binomio che deve andare di pari passo, le palestre scolastiche devono restare aperte a servizio del territorio».

GiornataDelleMarche_FF-13-325x217

Patrizio Leonelli, sindaco di Castelraimondo

Il sindaco di Castelraimondo Patrizio Leonelli ha sottolineato come questa giornata dedicata ai marchigiani vincenti, sia collegata anche alla rinascita del terremoto con le parole sacrificio coraggio e passione. Il presidente del consiglio regionale Dino Latini ha specificato come la volontà marchigiana sia quella di di portare sviluppo e progresso e avere speranza nel futuro: «Abbiamo un modo di essere forte e chiaro e la giornata di oggi è l’occasione per ricordarci di non lasciare andare le nostre peculiarità, che sono la nostra forza e caratteristica». Sono seguiti una serie di contributi video dei presidenti delle associazioni di marchigiani nel mondo, ed un video che ha riassunto i successi di un anno straordinario, non solo nello sport, ma anche nel turismo, e persino ad X Factor dove la presentatrice Elisa Di Francisca ha ricordato che ha vinto un marchigiano, Baltimora.

GiornataDelleMarche_FF-16-325x217

Francesco Acquaroli intervistato da Lisa Marzoli

Il presidente della Regione Francesco Acquaroli è stato intervistato dalla giornalista Rai Lisa Marzoli, toccando una serie di temi, dalla pandemia, al turismo, alla ricostruzione, alla scelta di Mancini come testimonial turistico che ha ottenuto 240 milioni di visualizzazioni sui social.
«Mancini – ha detto Acquaroli – è diventato testimonial della nostra regione in un momento particolare, nelle settimane difficili della pandemia. La sua è stata un’immagine importante per restituire centralità al nostro territorio, che per campanilismo e calamità come il sisma è stato marginalizzato, ed ha avuto un impatto positivo. Adesso consapevoli anche gli stessi marchigiani di tanta bellezza. Alla regione dei tanti borghi manca un grande attrattore come luogo simbolico. Dal commissario alla ricostruzione, al Parlamento giungono segnali importanti in questo senso sulla ricostruzione, ma la distruzione è stata notevolmente importante, è necessario fare un programma di rinascita dei territori. Fermare tutto per 5 anni mette a tacere lo sviluppo territoriale, bisogna dare speranza a chi non ce l’ha più».

GiornataDelleMarche_FF-32-325x217

Premiata anche Assunta Legnante

Acquaroli ha toccato anche il tema delle infrastrutture, con le tante incompiute da completare dalla A 14, con la terza corsia dopo Porto San Giorgio, alla Fano Grosseto, alla Salaria e i temi del Pnrr spiegando che «può darci una marcia in più, quell’entusiasmo che sento intorno a tanti progetti. Desidero un 2022 che ci metta al riparo dalla pandemia». Dopo il saluto il presidente regionale del Coni Fabio Luna è stata premiata anche la pluricampionessa paralimpica Assunta Legnante che ha spiegato il segreto di tanta tenacia: «L’amore per la vita, la voglia di stare insieme alle persone, viaggiare, lo sport mi ha dato la forza per ricominciare».

giornata-delle-marche-foto-valerio-leonelli-5-325x217Altri riconoscimenti sono andati a Davide Mazzanti, allenatore della squadra di volley femminile; Milena Baldassarri, ginnastica ritmica; Simone Sabbioni 4×100 mista misti; Ilaria Cacciamani della Nazionale di softball; Tommaso Marini, fioretto a squadre; Albino Massaccesi, vice presidente Lube e Lega Volley ha ritirato il premio per conto di Osmany Juantorena, Simone Anzani, Jiri Kovar e Ivan Zaytsev. Premiati ma non presenti per impegni sportivi: le fiorettiste Alice Volpi e Beatrice Monaco; inoltre, Martina Centofanti (ginnastica ritmica), Achille Polonara e Alessandro Pajola (basket), Stefano Di Cola (4×200), Camila Giorgi (tennis). Oltre ad Assunta Legnante sono stati premiati altri atleti paralimpici: Giorgio Farroni (argento nella cronometro, 7° classificato su strada); Dieng Ndiaga “Cenga” (1500 e 400 metri); Maurizio Zamponi, unico arbitro italiano alle Paralimpiadi; Federica Sileoni, amazzone.

 

 

 

GiornataDelleMarche_FF-14-650x434

Dino Latini, presidente del Consiglio regionale

GiornataDelleMarche_FF-21-650x434

giornata-delle-marche-foto-valerio-leonelli-6-650x433

GiornataDelleMarche_FF-27-650x434

 

GiornataDelleMarche_FF-23-650x434

GiornataDelleMarche_FF-28-650x434

GiornataDelleMarche_FF-25-650x434

GiornataDelleMarche_FF-26-650x434

GiornataDelleMarche_FF-30-650x434

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti