facebook twitter rss

Videx di slancio, battuta la capolista Pineto per un “mercoledì da leoni”

SERIE A3 - Al PalaGrotta Vecchi e compagni superano, al tie break, la prima della classe nel recupero di campionato. La banda di coach Ortenzi è ora al terzo posto, con Macerata ben inquadrata nel mirino e Portomaggiore quale avversario previsto per gli ottavi di finale di Coppa Italia
Print Friendly, PDF & Email

GROTTAZZOLINA – Serviva una prova all’altezza della capolista e così è stato. Una gara maschia che la Videx ha fatto sua dopo una battaglia lunga più di due ore con una prestazione corale di grande livello.

Un successo da due punti che non permette però alla banda di coach Ortenzi di superare in classifica Macerata, restando così al terzo posto e regalandosi Portomaggiore negli ottavi di finale di Coppa Italia, in programma il prossimo 26 gennaio (ore 20.30) al PalaGrotta.

Padroni di casa in campo con Marchiani-Nielsen, Vecchi e Mandolini in banda, Cubito e Focosi al centro e Romiti a governo della difesa. Gli ospiti rispondono con Catone-Link in diagonale, Del Campo e Bertoli in banda, Calonico e Persoglia al centro con Giuliani libero.

IL TABELLINO

VIDEX GROTTAZZOLINA 3: Cubito 10, Vecchi 15, Focosi 6, Cascio ne, Nielsen 19, Lanciani, Mandolini 25, Perini ne, Romiti A. ne, Marchiani 2, Mercuri (L2) ne, Romiti R. (L1). All. Ortenzi

ABBA PINETO  2: Del Campo 14, Giuliani (L1), Calonico 6, Bertoli 11, Martinelli 2, Marolla ne, Catone 1, Pesare (L2), Disabato 1, Persoglia 7, Omaggi ne, Link 23, Fioretti, Orlando. All. Rovinelli

ARBITRI: Merli e Toni

PARZIALI: 25-19; 17-25; 27-29; 25-16; 15-10

NOTE: Grottazzolina: 17 errori in battuta, 10 ace, 9 muri vincenti, 64% in ricezione (29% perf), 48% in attacco. Pineto: 18 errori in battuta, 4 ace, 9 muri vincenti, 51% in ricezione (21% perf), 45% in attacco

LA CRONACA

Il primo break della sfida lo inaugura Mandolini con l’ace del 6-4. La risposta della capolista arriva presto con il doppio muro di Del Campo su Nielsen a coronamento di una serie da quattro che porta gli ospiti in vantaggio (8-9). La banda di Ortenzi non demorde, preme sull’acceleratore e tenta a più riprese lo strappo decisivo prima con Nielsen (13-10) poi con Mandolini e Vecchi fino al time out di coach Rovinelli (19-16). E’ il break del capitano a indirizzare il parziale: due ace a condire una serie da quattro che regala alla Videx sette palle set prima della sferzata decisiva di Mandolini (25-19).

E’ ancora Mandolini a battezzare il secondo set, suo l’ace che vale il +2 (5-3). Stavolta la reazione della capolista è rabbiosa e dal turno al servizio di Link escono quattro segnature consecutive che consentono a Pineto di scavare il solco (5-9). In fase centrale gli ospiti allungano addirittura a +7 grazie a Persoglia e Del Campo (10-17). Mandolini e Cubito provano a ricucire lo strappo ma Calonico e compagni amministrano al meglio l’ampio margine e ricacciano indietro i padroni di casa con Link, suo l’ace del 14-19, prima del break da tre firmato da Persoglia che archivia prematuramente il set (16-23). E’ ancora Link a pareggiare definitivamente i conti per il 18-25 finale.

L’inizio di terzo set porta le firme di Mandolini e Link (5-6) ma col break di Nielsen è la Videx a tentare l’affondo (14-11). Coach Rovinelli sospende il gioco ma il time out non sortisce gli effetti sperati, tanto che Grottazzolina mette a terra altri tre palloni consecutivi (17-12). Ancora una sospensione sponda Pineto che stavolta riordina le idee e trova la via per spaccare in due il set: Calonico blocca Focosi a muro, Link è di nuovo mattatore dai nove metri e Martinelli stoppa l’attacco di Vecchi completando una rimonta che annichilisce i padroni di casa (18 pari). Il finale di set è una serrata lotta punto a punto: Link risponde a Mandolini con la complicità di Bertoli ma è Nielsen a trovare il nuovo vantaggio (24-23). Del Campo spinge il parziale ai vantaggi e stavolta l’opposto locale spara a salve propiziando il muro decisivo di Martinelli su Mandolini che regala alla capolista anche il terzo set (27-29).

La spallata è di quelle importanti ed il rischio di un contraccolpo psicologico tra i padroni di casa è dietro l’angolo. Nielsen tiene avanti la Videx che approfitta di qualche sbavatura degli ospiti per creare margine (9-5). Pineto non si scompone, prova a restare aggrappata al set con il muro di Bertoli su Mandolini ma Focosi fa centro dai nove metri e vanifica gli sforzi degli abruzzesi (15-9). Stavolta il gap è a prova di rimonta e Nielsen corona con un ace la serie da tre punti che fa volare Grottazzolina a + 7 (18-11). Il finale di set è ordinaria amministrazione e gli attacchi a vuoto di Link prima e Bertoli poi consentono ai padroni di casa di prolungare il match al tie-break (25-16).

Adesso l’inerzia della gara volge a favore dei locali ed il pubblico di casa spinge con voracità la banda di Ortenzi che approccia al quinto decisivo set con veemenza. Marchiani continua a far girare la squadra a ritmi altissimi (tutti gli attaccanti grottesi chiuderanno la gara in doppia cifra), Vecchi si impone a muro su Link facendo esplodere il palas e Nielsen porta i suoi al cambio di campo sul +3 (8-5). Pineto è in affanno, Bertoli e Link non bastano ad arginare un super Mandolini (mattatore della gara con 19 attacchi vincenti, 2 muri e 4 ace che fanno 25 segnature complessive per un 54% di positività offensiva), suo l’ace del 14-9 prima della sferzata di capitan Vecchi che manda in estasi il PalaGrotta (15-10).

LE DICHIARAZIONI

Una vittoria di spessore, relativamente utile in termini di classifica ma fondamentale dal punto di vista della mentalità, per i tempi e i modi in cui è arrivata. Due ore abbondanti di gioco, il vantaggio, la risposta veemente di Pineto, la rimonta iniziata dopo un terzo set psicologicamente probante e completata con tenacia, intensità e sangue freddo. Nel match di mercoledì sera c’è la sintesi del volley di alto livello, la cartina di tornasole verso il bersaglio grosso.

“Era molto difficile fare pronostici alla vigilia perché entrambe le squadre venivano da un lungo stop – ha dichiarato coach Massimiliano Ortenzi -, ma insieme ai ragazzi ci eravamo detti che la gestione degli errori avrebbe fatto la differenza. Ci siamo complicati un po’ la vita nel secondo set e nel finale del terzo, Pineto ha tanta qualità e quando gli abbiamo concesso margini di manovra ha preso fiducia e fatto vedere giocate importanti ma sono contento per la prestazione della squadra. Non era affatto scontato giocare a questi livelli a distanza di tre settimane dall’ultimo match ufficiale”.

Il girone di andata è finalmente archiviato, adesso testa a Garlasco perché il prossimo mercoledì 19 gennaio (ore 20.30) la Videx sarà chiamata al recupero della prima giornata di ritorno al PalaRavizza di Pavia: “E’ un periodo molto particolare ma bisogna adattarsi – ha aggiunto Ortenzi – Abbiamo la fortuna di poter continuare a giocare perciò dovremo farci trovare pronti in qualunque circostanza”.

Soddisfazione palpabile anche nelle parole di Manuele Mandolini, lo schiacciatore classe ’90 ha trascinato la squadra nei momenti chiave risultando a più riprese determinante nell’economia della gara: “E’ stata una gran bella partita, ci tenevamo a far bene davanti ai nostri tifosi e l’abbiamo dimostrato ottenendo il miglior risultato possibile. E’ una grossa iniezione di fiducia che ci farà sicuramente bene in vista dei prossimi impegni.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti