facebook twitter rss

Continuano senza sosta le ricerche di Andrea Del Moro, arrivano anche i sommozzatori e i Tas dei vigili del fuoco

PORTO SANT'ELPIDIO - In queste ore nel Fermano sono tornati anche i Tas dei Vigili del fuoco (questa volta di Teramo, nei giorni scorsi di Ancona). I Tas sono gli specialisti che si occupano della Topografia applicata a soccorso. Con loro anche una squadra di Fermo e una di sommozzatori, sempre dei Vigili del fuoco, che stanno perlustrando le acque del parco fluviale e ogni specchio d'acqua sul Lungotenna
Print Friendly, PDF & Email

(foto dal profilo Facebook della Protezione Civile Sant’Elpidio a Mare)

Continuano senza sosta le ricerche di Andrea Del Moro, il 50enne di Porto Sant’Elpidio di cui dal 23 ottobre scorso non si hanno più notizie. E anche oggi in campo Vigili del fuoco, Polizia locale, forze dell’ordine e Protezione civile. In queste ore nel Fermano sono tornati anche i Tas dei Vigili del fuoco (questa volta di Teramo, nei giorni scorsi di Ancona). Quelli della Tas sono gli specialisti che si occupano della Topografia applicata a soccorso.

Con loro, oltre a una squadra del comando provinciale di Fermo, anche i sommozzatori sempre dei Vigili del fuoco, da Teramo, che stanno perlustrando le acque del parco fluviale e ogni specchio d’acqua sul Lungotenna. Insomma ricerche a tutto campo, anche con l’ausilio dei sistemi di tracciamento e gps, per cercare Andrea Del Moro a cui i familiari rinnovano l’appello a dare sue notizie. Non si può, infatti, escludere che l’uomo, ed è quello che ovviamente ci si augura, si sia allontanato volontariamente facendo, altrettanto volutamente, perdere le proprie tracce. Ma i ricercatori sono comunque impegnati nelle ricerche su input della prefettura di Fermo.

(foto dal profilo Facebook della Protezione Civile Sant’Elpidio a Mare)

Ringraziamo le forze dell’ordine, i Vigili del fuoco e la Protezione civile che si stanno adoperando per le ricerche sul territorio di zio Andrea, ma la nostra speranza è che lui sia vivo e che possa leggere le nostre parole: Andrea chiamaci, facci sapere – l’appello della nipote Jessica, a nome dei familiari – che stai bene. Non devi ritornare a casa se non vuoi, noi siamo felici se tu sei felice. Zio Ferruccio sta bene e ci siamo occupati di tutto. Non hai mai voluto ‘disturbare’, ma noi non ci arrendiamo nel cambiare le sorti del nostro rapporto. Il legame, il sangue che ci lega e ci legherà per sempre, deve permetterci di risolvere questa avversità e di riunirci nella comprensione. Noi non ci daremo pace finché non sapremo che stai bene zio. Se leggi queste parole fai una telefonata a mamma, so che lo sai a memoria il numero, lei senza di te non è più la stessa”.

Scomparso da 80 giorni, ripartono le ricerche. I familiari: “Non ci daremo pace finché non sapremo che sta bene”

Si allontana da casa e i familiari non sanno dov’è, l’accorato appello: “Facci avere tue notizie”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti